Uno a carico dei genitori e l’altro impiegato in un agriturismo: denunciati due indebiti percettori del Reddito di Cittadinanza

Uno a carico dei genitori e l’altro impiegato in un agriturismo: denunciati due indebiti percettori del Reddito di Cittadinanza

CORLEONE – Scoperta l’ennesima truffa con il Reddito di Cittadinanza in provincia di Palermo: i protagonisti sono due uomini, uno di Corleone e l’altro di Castronovo di Sicilia, denunciati dalla Guardia di Finanza di Corleone.


Secondo la ricostruzione effettuata dalle Fiamme Gialle, i due percepivano il Reddito di Cittadinanza senza averne diritto.

Pare che il primo, infatti, convivesse con i genitori e fosse quindi fiscalmente a carico loro. Inoltre, come se non bastasse, si tratterebbe di un individuo con precedenti e attualmente ristretto ai domiciliari.


Nel secondo caso, invece, sembra che il percettore prestasse servizio in un agriturismo. Un lavoro piuttosto stabile, sufficiente a far venire meno i requisiti per percepire il denaro del sussidio.

Entrambi gli uomini sono stati denunciati e i finanziari hanno proceduto al sequestro delle rispettive carte e alla segnalazione all’Inps per la revoca del beneficio e il recupero delle somme percepite indebitamente, circa 9mila euro.

Immagine di repertorio