TaLiMar, ancora positivi tra gli atleti di pallanuoto: controlli costanti e rigida quarantena

TaLiMar, ancora positivi tra gli atleti di pallanuoto: controlli costanti e rigida quarantena

TaLiMar, ancora positivi tra gli atleti di pallanuoto: controlli costanti e rigida quarantena

PALERMO – Dopo le positività riscontrate nei giorni scorsi sui tamponi di Lo Cascio, Di Patti, Del Basso e Galioto, abbiamo continuato a seguire il nostro protocollo interno anticontagio che, a parte i tamponi e l’isolamento in rigorosa quarantena di tutta la squadra, dello staff e degli addetti ai lavori con i quali i quattro positivi erano entrati in contatto stretto, prevedeva il monitoraggio del loro stato di salute attraverso il nostro consulente infettivologo dott. Alessandro Bivona, afferma la presidenza del Telimar.


A riguardo, relativamente ad una decina di nostri atleti e contatti stretti, abbiamo eseguito in data di ieri un nuovo tampone, a cui altri due atleti della squadra di A1, Massimiliano Migliaccio e un minorenne, sono risultati stamane positivi – prosegue Marcello Giliberti -. Oltre al minorenne aggregato alla A1, abbiamo riscontrato altre 3 positività su nostri atleti Under 18, che convivevano in casa con lui. Tutti questi 5 atleti, risultati negativi ai tamponi eseguiti su di loro in data 30 settembre, quindi subito dopo la prima positività ravvisata (Lo Cascio), in ossequio alle vigenti normative erano stati posti già a partire dal 30 settembre stesso in rigorosa quarantena.


Tramite il laboratorio di analisi di nostra fiducia, ne abbiamo comunicato la positività alla ASL per attivare il protocollo di rito. Il tema è delicato e complesso, in ballo c’è la salute pubblica. Abbiamo seguito scrupolosamente il nostro protocollo interno anticontagio, fra cui tamponi continui, che continueremo anche in questo periodo di fine quarantena a replicare“, conclude la Telimar.

Immagine di repertorio