"Preziosa testimonianza contro l'odio e la violenza", Gangi concede la cittadinanza onoraria a Liliana Segre

“Preziosa testimonianza contro l’odio e la violenza”, Gangi concede la cittadinanza onoraria a Liliana Segre

“Preziosa testimonianza contro l’odio e la violenza”, Gangi concede la cittadinanza onoraria a Liliana Segre

GANGI – Oggi il Comune di Gangi, in provincia di Palermo, ha conferito la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre, sopravvissuta ad Auschwitz e da decenni attiva in ambito sociale e politico per combattere l’odio razziale e ogni forma di violenza.


Le motivazioni della scelta sono spiegate in un comunicato reso noto sul sito istituzionale del Comune: “Per l’alta e preziosa testimonianza contro l’odio e la violenza, in difesa del diritto di tutti e nel rifiuto di ogni discriminazione, il Comune di Gangi, oggi, ha conferito la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre”.


È stato prima il commissario straordinario facente funzioni di Consiglio Comunale, Giovanni Impastato, a raccogliere la proposta di un comitato spontaneo per il conferimento della cittadinanza onoraria alla senatrice Segre. Successivamente il sindaco Francesco Migliazzo, in sinergia con l’intera Giunta municipale, ha confermato la decisione.

“Sia il sindaco che il Commissario Straordinario hanno riconosciuto l’alto valore simbolico dell’Atto per tutta la comunità gangitana nel segno del rifiuto di ogni forma di discriminazione, odio, violenza, totalitarismo per farne memoria presente e futura per tutti i cittadini e soprattutto per le giovani generazioni”.

La senatrice Segre ha espresso la volontà di partecipare alla cerimonia dell’onorificenza con un messaggio.

Non si tratta della prima cittadinanza onoraria conferita alla politica e attivista 90enne in Sicilia: tra le altre città isolane che le hanno concesso questo importante e prestigioso riconoscimento figurano anche Trapani, Messina e Agrigento.

Fonte immagine: Open