Morte del 15enne Abou, sul caso indaga la Procura. L'avvocato: "Cartella clinica sequestrata"

Morte del 15enne Abou, sul caso indaga la Procura. L’avvocato: “Cartella clinica sequestrata”

Morte del 15enne Abou, sul caso indaga la Procura. L’avvocato: “Cartella clinica sequestrata”

PALERMO – Nuovi aggiornamenti sul caso di Abou, il migrante 15enne morto dopo settimane di difficoltà. Sul caso starebbe indagando la Procura.


La tutrice di Abou, Alessandra Puccio, ha presentato questa mattina una denuncia al commissariato Porta Nuova, a Palermo. La donna è stata sostenuta dall’avvocato Michele Calantropo. Quest’ultimo ha affermato: “Abbiamo ricostruito tutti i vari passaggi del povero ragazzo. La cartella clinica è stata sequestrata e adesso toccherà alla Procura ricostruire quanto successo e accertare eventuali responsabilità”.


Inoltre, proprio stasera si terrà a Palermo una fiaccolata in onore della giovane vittima. L’evento commemorativo è stato organizzato dall’associazione Forum Antirazzista Palermo e avverrà nella piazza Villena con l’uso della mascherina e il mantenimento della distanza interpersonale.

Abou è morto ieri all’ospedale Ingrassia del capoluogo siciliano dove era stato trasferito dopo il coma all’ospedale Cervello. Il ragazzo era stato protagonista di un viaggio in mare e sul corpo sarebbero state ritrovate delle gravi ferite, interpretate come segni di tortura.

Immagine di repertorio