Dipendenti Almaviva in sciopero, scendono in campo i sindacati: chiesto intervento della Regione Siciliana

Dipendenti Almaviva in sciopero, scendono in campo i sindacati: chiesto intervento della Regione Siciliana

Dipendenti Almaviva in sciopero, scendono in campo i sindacati: chiesto intervento della Regione Siciliana

PALERMO – OO.SS., Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil e Ugl Tlc Palermo, e una delegazione di lavoratori sono state ricevute dal capo di Gabinetto del Presidente della Regione Siciliana, dottor Eugenio Ceglia, durante il sit-in di protesta, organizzato in occasione dello sciopero indetto per oggi, per tutti i lavoratori Almaviva Palermo.


La delegazione ha esposto i temi dello sciopero, rimarcando sia le criticità proprie di Almaviva che le drammatiche conseguenze che coinvolgerebbero tutto il settore dei call center, qualora non venisse applicata la clausola sociale per il cambio di appalto della commessa Sky.

La continuità lavorativa nei cambi di appalto, garantita dalla clausola sociale, è una regola di civiltà imprescindibile per le OO.SS.


Alla Regione è stato chiesto sia un intervento istituzionale a sostegno dell’occupazione sul territorio per l’intero settore, sia un impegno per la riconversione dei lavoratori verso il nuovo modello di contact center di Sky.

La Presidenza della Regione Sicilia ha dichiarato che, a breve, contatterà Sky per insistere sul rispetto della clausola sociale, e ha riconfermato la propria disponibilità a finanziare eventuali progetti formativi di riqualificazione.

Le parti si sono aggiornate in attesa di conoscere l’esito del colloquio tra la Regione e il committente.

Le OO.SS. hanno sottolineato l’importanza e l’urgenza della risoluzione della vertenza Sky e la necessità di non creare precedenti pericolosi sulle clausole sociali, anche alla luce del fatto che la Sicilia è uno dei più consistenti distretti di call center del paese.

Il sindacato ha, inoltre, chiesto alla Regione siciliana un impegno forte circa la determinazione di una seria politica industriale per il settore, anche attraverso l’istituzione di un tavolo tecnico regionale che sappia cogliere le trasformazioni imposte dall’attuale crisi e sappia progettare il lavoro e l’occupazione del futuro.

A margine dell’incontro, è arrivata la convocazione al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per il 19 giugno alle ore 12, con la partecipazione del sottosegretario Di Piazza.

Le OO.SS. ritengono indispensabile risolvere nel più breve tempo possibile la vertenza Sky e, di fondamentale importanza, riconvocare il tavolo di settore per affrontare tutti i temi strutturali e mettere in sicurezza un comparto, quello dei call center, che da troppo tempo ormai necessita di regole certe ed esigibili.

Immagine di repertorio