Corse clandestine di cavalli interrotte dagli agenti: denunciate 3 persone per maltrattamenti

Corse clandestine di cavalli interrotte dagli agenti: denunciate 3 persone per maltrattamenti

PALERMO – Gli agenti della Polizia di Stato in servizio presso i commissariati di Pubblica Sicurezza Mondello e San Lorenzo sono intervenuti lungo il viale della Favorita, nei pressi del canile municipale, dove era in corso lo svolgimento di una corsa clandestina di cavalli alla presenza di oltre un centinaio di giovani a bordo di moto, che occupavano pericolosamente l’intera carreggiata.


Alla vista dei poliziotti, i molti giovani presenti hanno cercato di agevolare la fuga di due calessi. Nonostante le difficili circostanze di tempo e di luogo in cui sono dovuti intervenire i poliziotti, gli agenti sono riusciti a rintracciare un calesse e a identificarne il fantino, il palermitano C.F.P., di 54 anni.

Subito dopo, in viale Diana, l’altro calesse in gara è stato raggiunto e fermato. Poco prima di essere avvicinato, un soggetto poi identificato nel ventunenne R.L., anch’esso palermitano, ha favorito la fuga del fantino a bordo di una moto di grossa cilindrata.


A intervenire sul posto il personale dell’Asp, sono stati sequestrati i calessi e i due cavalli con i quali era stata approntata la corsa clandestina. Gli animali sono stati quindi affidati in custodia giudiziaria al centro ippico “ASD Horsing Club” .

Dalle indagini esperite nelle ore successive è poi emerso che uno dei cavalli coinvolti nella corsa clandestina era di proprietà di tale F.F. di 33 anni.

Le persone fermate e identificate sono state denunciate a piede libero per associazione a delinquere finalizzata al maltrattamento e all’abbandono di animali e sanzionate, ai sensi dell’art. 9 del Codice della Strada, per l’inosservanza del divieto di competizioni sportive con animali su strade e aeree pubbliche.

Indagini sono in corso a opera dei commissariati di Pubblica Sicurezza Mondello e San Lorenzo per ricostruire la rete degli organizzatori di queste corse che alimentano il mercato nero delle scommesse clandestine, sfruttando crudelmente nobili animali.

Immagine di repertorio