Coronavirus in carcere, la Regione Siciliana pronta a fornire tamponi rapidi agli agenti di polizia Penitenziaria

Coronavirus in carcere, la Regione Siciliana pronta a fornire tamponi rapidi agli agenti di polizia Penitenziaria

Coronavirus in carcere, la Regione Siciliana pronta a fornire tamponi rapidi agli agenti di polizia Penitenziaria

PALERMO – Questa mattina l’assessore alla Salute della Regione Siciliana, Ruggero Razza, ha incontrato nel capoluogo regionale i rappresentanti dei sindacati delle forze di polizia.


Obiettivo primario del meeting è stato quello di proporre una serie di misure anti-contagio da Covid-19 per i circa 4mila agenti in servizio alla polizia Penitenziaria negli istituti di correzione e nelle case circondariali in Sicilia.


Il problema si è posto con maggiore decisione in seguito al focolaio registrato in provincia di Palermo, che ha comportato perfino la sospensione temporanea di alcuni processi. Nonostante nessun detenuto risulti al momento contagiato, la gestione dell’emergenza sanitaria nelle carceri siciliane desta non poca preoccupazione alle autorità competenti.

Alla conclusione dell’incontro, l’Assessorato alla Salute ha dichiarato di voler assicurare una fornitura di tamponi rapidi da destinare al personale della polizia Penitenziaria. Inoltre, pare che il Governo Musumeci intenda intensificare la campagna a favore della vaccinazione anti-influenzale a breve.

Fonte foto: Facebook – Ruggero Razza