Zona rossa in Sicilia, sindaco Agnello dimesso dall’ospedale: “I medici sono eroi, ora sto meglio ma sono ancora positivo”

Zona rossa in Sicilia, sindaco Agnello dimesso dall’ospedale: “I medici sono eroi, ora sto meglio ma sono ancora positivo”

VILLAFRATI – “Esco dall’ospedale, ancora positivo, un po’ provato, torno a casa e in famiglia (almeno in parte) e libero un posto in ospedale che in questo momento non è cosa da poco, superate totalmente le difficoltà respiratorie, qualche acciacco ancora ci può stare, sono cautamente ottimista di potere a breve tornare a dare un contributo al mio Paese e alla squadra di assessori e di consiglieri che nella gestione dell’emergenza in mia assenza non hanno fatto assolutamente sentire la mia mancanza”, a parlare è il primo cittadino di Villafrati (PA) Franco Agnello.


Prosegue: “Quanto sperimentato nelle giornate in cui sono stato poco bene a casa e in questi 22 giorni di ospedale mi ha immerso nella dimensione vissuta e reale di soggetto positivo al Covid-19, sicuramente diversa e comprensibilmente a volte distante da quella percepita da chi anche se positivo ha avuto solo pochi sintomi o non ne ha completamente avuti, e da quanti hanno avuto la fortuna di rimanere estranei al contagio e regolano le loro azioni e i loro comportamenti influenzati da una visione tendente ad annichilire la pericolosità e gli effetti del virus”.

Agnello, infatti, era stato ricoverato proprio mentre il Comune di Villafrati diventava zona rossa: “Ho personalmente realizzato quanto pesanti siano gli effetti fisiologici, psicologici, ed emotivi di questa malattia, sono stato partecipe e testimone della sofferenza delle persone che un comune destino mi ha dato la possibilità di incrociare e nello stesso tempo ho avuto un l’occasione straordinaria di sperimentare e di certificare personalmente che a tutela della nostra salute c’è un gruppo di eroi che quotidianamente e in maniera instancabile lavorano in condizioni proibitive per i limiti dovuti ai dispositivi di sicurezza e non solo, con turni estenuanti, sprezzanti del rischio per la loro stessa salute, consapevoli che la loro funzione è essenziale e fondamentale in questo momento drammatico della nostra storia e che con grande senso di responsabilità operano al servizio di noi cittadini, del Paese e della storia”.


“Grazie a tutto il personale sanitario del Reparto Malattie infettive dell’ospedale Civico di Palermo, Grazie a tutto il personale sanitario impegnato nella gestione dell’emergenza nazionale. Il ringraziamento agli operatori del 118 Giuseppe Spanò e Stefano Leto che mi hanno riportato a casa lo estendo a tutto il personale del 118 per il lavoro altrettanto straordinario, eccezionale e necessario che stanno svolgendo nella gestione di questa emergenza. Onore e merito a tutti loro”, conclude.

Fonte immagine Facebook Franco Agnello