Tappezzata la città, controllati tutti i pub e i ritrovi: denunce e arresti

Tappezzata la città, controllati tutti i pub e i ritrovi: denunce e arresti

Tappezzata la città, controllati tutti i pub e i ritrovi: denunce e arresti

MESSINA – Proseguono i controlli disposti dal Questore Vito Calvino nei principali luoghi di ritrovo della movida volti a garantire il rispetto delle norme anti contagio e la massima sicurezza nei luoghi di maggiore aggregazione.


I servizi hanno impegnato Polizia di Stato, carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia municipale in città e nella provincia di Messina con particolare attenzione a Capo d’Orlando sul versante tirrenico e a Taormina su quello ionico.


Operatori della Questura di Messina e dei Commissariati di Pubblica Sicurezza hanno monitorato il numero di persone presenti all’interno di locali notturni e di intrattenimento e la regolamentazione del flusso di avventori. Particolare attenzione affinché fosse evitato ogni tipo di assembramento e garantito il corretto utilizzo dei dispositivi di sicurezza è stata prestata nelle piazze principali e presso pub e ritrovi.

Durante le verifiche effettuate non sono emerse violazioni e non sono state elevate sanzioni. Più di 4mila le persone controllate negli ultimi giorni, 75 i locali sottoposti a verifica.

Nel comune di Capo d’Orlando i poliziotti hanno proceduto altresì alla denuncia di un soggetto sottoposto agli arresti domiciliari sorpreso in un bar a consumare alcolici e giocare alle slot machine.

Lo stesso commissariato ha poi proceduto all’individuazione e alla denuncia di due individui responsabili del furto di un portafoglio sottratto con destrezza a un dipendente di un bar.