Carabiniere si finge minorenne morto per adescare 13enne: incastrato dalla zia della vittima e da Le Iene

Carabiniere si finge minorenne morto per adescare 13enne: incastrato dalla zia della vittima e da Le Iene

Carabiniere si finge minorenne morto per adescare 13enne: incastrato dalla zia della vittima e da Le Iene

Una storia che fa rabbrividire e che è stata portata alla luce dalla trasmissione televisiva Le Iene vede protagonista un carabiniere di 37 anni che tenta di attirare a sé una 13enne utilizzando, oltre chat spinte e video pornografici, anche foto di un ragazzino di 15 anni deceduto, rubando la sua identità.


Colto sul fatto, l’uomo pensava che all’appuntamento si presentasse la ragazzina adescata via chat e, invece, si è ritrovato le telecamere del noto programma che l’hanno riportato con i piedi per terra.


A scoprire il tranello in cui è caduta la vittima 13enne è stato il padre e la zia di lei. Infatti, ad un certo punto, proprio la zia ha proseguito la conversazione con il 37enne, fingendosi la nipote. La donna è riuscita ad ottenere un “appuntamento” a Peschiera del Garda che, ovviamente, non si sarebbe svolto come un normale incontro “amoroso”.

Le giustificazioni fornite, per di più, non sembrano avere né capo né coda: il 37enne avrebbe dichiarato di essere un impiegato ma che nelle chat si fingeva carabiniere (oltre che 15enne), offriva alla ragazza ospitalità in cambio di rapporti sessuali se avesse deciso di scappare di casa per correre tra le sue braccia.

Forse, poco dopo, ecco che arriva la verità: l’uomo ammette di avere dei problemi e promette di contattare degli esperti per la risoluzione. Quasi spaventato, poi, ha avuto un confronto con la zia per evitare di essere denunciato, facendo ricadere la colpa sui genitori che, a detta sua, sarebbero stati “poco presenti” lasciando la 13enne in balìa dei social network e di “incontri” di ogni tipo.

Le accuse che, però, piovono su di lui sono alquanto pesanti: dovrà rispondere, con tutta probabilità, di tentata violenza sessuale, pedopornografia, corruzione di minorenne. Al carabiniere, intanto, è stata sottratta la pistola d’ordinanza e ritirato il tesserino dopo il servizio de Le Iene.

Fonte foto: primadituttoverona.it