Dall'ipotesi "coprifuoco" alla didattica a distanza, in arrivo il nuovo Dpcm: atteso il discorso di Conte

Dall’ipotesi “coprifuoco” alla didattica a distanza, in arrivo il nuovo Dpcm: atteso il discorso di Conte

Dall’ipotesi “coprifuoco” alla didattica a distanza, in arrivo il nuovo Dpcm: atteso il discorso di Conte

Potrebbe essere annunciato già stasera, intorno alle 20,30, il nuovo Dpcm previsto per contrastare l’aumento di contagi da Coronavirus sul territorio nazionale.


A rendere nota la notizia è l’agenzia di stampa Adnkronos, che in un articolo annuncia la possibilità di una nuova conferenza stampa del premier Giuseppe Conte per illustrare le nuove misure restrittive. Ancora nessuna conferma ufficiale da parte dei canali istituzionali del presidente del Consiglio.

Sarebbero già in circolazione diverse indiscrezioni sulla bozza del nuovo Dpcm, che segue di pochissimi giorni quello reso noto lo scorso 18 ottobre.


Si parla di una possibile chiusura dalle 18 alle 5 per bar, ristoranti, pub e simili (con possibilità di asporto fino alla mezzanotte), di saracinesche abbassate la domenica e, nella prospettiva peggiore, di temporanea chiusura di numerose categorie di centri ricreativi e culturali. Possibile anche lo stop alle sale giochi e alle attività legate al gioco d’azzardo, nonché la limitazione (già prevista dai precedenti provvedimenti) di assembramenti e feste. Salva, però, l’attività motoria.

Per quanto riguarda la scuola, la didattica a distanza potrebbe diventare nuovamente la realtà quotidiana (per il 75% del tempo) per le superiori. Nessuna notizia certa, al momento, su università e altri gradi d’istruzione.

Al momento, però, si tratta esclusivamente di ipotesi e bisognerà attendere quindi alcune ore prima di poter conoscere le disposizioni effettive.

Immagine di repertorio