Trapani-Catania, la sfida "oltre i limiti" della formazione di Sottil: l'obbligo della vittoria in trasferta per sognare la B

Trapani-Catania, la sfida “oltre i limiti” della formazione di Sottil: l’obbligo della vittoria in trasferta per sognare la B

Trapani-Catania, la sfida “oltre i limiti” della formazione di Sottil: l’obbligo della vittoria in trasferta per sognare la B

TRAPANI – Serve dare il massimo e superare i propri limiti per proseguire nel percorso che porta alla Serie B. È questa l’unica opportunità per il Catania di Andrea Sottil, di scena stasera allo stadio “Provinciale” di Trapani nel ritorno del doppio confronto valido per il secondo turno della Fase Nazionale dei Play-Off di Serie C.


Superare i propri limiti, appunto, come quello della vittoria lontano dal Massimino che manca dalla sfida del 10 marzo contro il Catanzaro e attuale tallone d’Achille della formazione etnea.


I rossazzurri sono riusciti a tornare a casa con il bottino pieno in campionato soltanto in quattro occasioni: Matera, Rende, Paganese e, appunto, i giallorossi di Gaetano Auteri sono state le vittime “a domicilio” del club di via Magenta. Per inseguire ancora il sogno promozione, il Catania deve necessariamente vincere in casa dei granata.

Il Trapani, testa di serie dei play-off, passerebbe il turno anche in caso di doppio pareggio dopo il rocambolesco 2-2 di mercoledì scorso. Un impegno certamente probante per Sottil e giocatori, se si pensa che i cugini occidentali hanno perso tra le mura amiche soltanto una volta in campionato contro la Juve Stabia.

Un dato, però, può fare sorridere il Catania: gli uomini di Italiano sono capitolati per due volte in casa nei ritorni delle sfide giocate in Coppa Italia e Coppa Italia Serie C, rispettivamente con Cosenza e Viterbese. “Non c’è due senza tre“, verrebbe subito da pensare.

Sotto il profilo atletico, il Trapani sul green del Massimino ha dimostrato di possedere maggiore vigore e freschezza rispetto ai rossazzurri, una condizione quasi fisiologica in virtù di un riposo durato ben 24 giorni in assenza di partite ufficiali. Mentalmente, tuttavia, potrebbe essere il Catania a trarne vantaggio dopo la rimonta di quattro giorni fa ai piedi dell’Etna a firma dell’inossidabile Francesco Lodi che permette di sperare in vista del ritorno.

L’attenzione deve comunque rimanere alta. Nei confronti fin qui disputati contro Reggina e Potenza, i rossazzurri si sono misurati con avversari che avevano chiuso la stagione in posizioni di classifica inferiori e negli scorsi 90 minuti giocati con Pagliarulo e compagni sono emerse le prime vere difficoltà, figlie anche del campionato differente condotto dalle due squadre.

Adesso il Catania è chiamato alla prima vera “prova del nove” per meritare il salto di categoria. Vi ricordiamo che potrete seguire la gara Trapani-Catania grazie alla diretta testuale di NewSicilia.it a partire dalle ore 19,45.

Immagine di repertorio