Catania, a Vercelli scatta l’ora di Sauro

Catania, a Vercelli scatta l’ora di Sauro

Catania, a Vercelli scatta l’ora di Sauro

CATANIA – Esordio con sconfitta in Coppa Italia, con pareggio in campionato. Gaston Sauro inizia così l’avventura in Italia. Lui, che da anni sognava di giocare nel nostro campionato vivendo un futuro da protagonista in una grande squadra emulando le gesta di un campione come Walter Samuel, ha deciso di sposare in pieno il progetto Catania. Pur di ripartire dalla Serie B, Sauro ha detto sì alla proposta allettante dell’A.D. Pablo Cosentino, che ha condotto brillantemente l’operazione bruciando la concorrenza di alcuni club europei.


Spinto dalla presenza di numerosi argentini nell’organico rossoazzurro, il difensore proveniente dal Basilea è entusiasta di ripartire dalla Sicilia, terra evidentemente nel suo destino visto che la famiglia è originaria di Gangi. A Cagliari si è limitato a svolgere il “compitino”, sabato scorso è subentrato a Peruzzi effettuando alcuni interventi di spessore prima di farsi anticipare di testa in occasione del definitivo 3-3 siglato da Cerri. Una piccola ingenuità che Sauro è fortemente determinato a riscattare, magari proprio in occasione della prossima partita di campionato giocando dall’inizio contro la Pro Vercelli allo stadio Silvio Piola.

E’ altamente probabile che Pellegrino faccia affidamento sull’argentino dal fisico possente, visto e considerato che, secondo indiscrezioni delle ultime ore, Gyomber non farà ritorno in Italia dopo l’amichevole che la Nazionale slovacca disputerà a Zilina contro Malta. L’unica alternativa è rappresentata dall’impiego dell’esperto Ciro Capuano al centro della difesa, ma in questo momento il ballottaggio vede in netto vantaggio Sauro, mentre l’uruguaiano Rolin non è ancora da considerarsi recuperato. Scalpita il difensore classe 1990, pronto a far coppia con Spolli per blindare la difesa a Vercelli.


Foto: ilcalciocatania.it