Rischio sismico e sicurezza, nel Catanese arrivano i fondi per indagini e verifiche nelle scuole

Rischio sismico e sicurezza, nel Catanese arrivano i fondi per indagini e verifiche nelle scuole

Rischio sismico e sicurezza, nel Catanese arrivano i fondi per indagini e verifiche nelle scuole

CALTAGIRONE – È stato approvato dall’assessorato regionale dell’Istruzione e della Formazione professionale il decreto che dà il via libera ad alcune modifiche e integrazioni, prevedendo, come da richiesta del Comune di Caltagirone, contributi pari a circa 350mila euro per l’avvio di indagini diagnostiche e di verifiche tecniche finalizzate alla valutazione del rischio sismico e all’aggiornamento della relativa mappatura in 13 edifici scolastici della città.


Ecco, di seguito, quali sono gli istituti che godranno degli interventi grazie ai finanziamenti in questione:


  • Istituto comprensivo “Piero Gobetti” – plesso di via Piersanti Mattarella (33.097,64 euro);
  • Istituto comprensivo “Maria Montessori” – plesso Montessori (38.401,00 euro), plesso San Domenico Savio (31.200,68) e plesso Verga (7.186,85);
  • Istituto comprensivo “Alessio Narbone” – plesso centrale (47.924,44), plesso Semini (25.250,20 euro), plesso Sant’Orsola (24.130,00), plesso Carmine (42.166,58) e plesso Acquanuova (25.749,18);
  • Istituto comprensivo “Arcoleo – Feltre” – plesso Giorgio Arcoleo (14.479,25 euro), plesso Vittorino da Feltre (26.154,03), plesso Fisicara (27.513,74) e plesso Granieri (7.533,75).

Gli interventi in questione – afferma l’assessore ai Lavori pubblici Francesco Caristia – potranno accrescere le condizioni di sicurezza nelle scuole, nell’interesse superiore dei giovanissimi studenti e dell’intero personale scolastico“.

Confermiamo – sottolinea il sindaco Gino Ioppolo – costante attenzione a un settore che costituisce una delle priorità dell’azione amministrativa, in considerazione del fatto che il buon funzionamento, anche strutturale, delle istituzioni scolastiche contribuisce indubitabilmente alla crescita della nostra comunità“.

Immagine di repertorio