Operatività ed azioni concrete all'Istituto Comprensivo De Felice-Olivetti di Catania

Operatività ed azioni concrete all’Istituto Comprensivo De Felice-Olivetti di Catania

Operatività ed azioni concrete all’Istituto Comprensivo De Felice-Olivetti di Catania

CATANIA – L’emergenza sanitaria ha cambiato le nostre vite e il modo di operare nel mondo della scuola. La DAD (Didattica A Distanza) per mesi è diventata l’unica forma di insegnamento e per non fare rimanere indietro nessuno studente, i docenti con le famiglie si sono adoperati, con passione, dedizione e coraggio a questa nuova modalità. Il De Felice-Olivetti da subito ha costruito la rete della didattica digitale e già dopo un paio di giorni era operativo sulla piattaforma, dispensando lezioni online da remoto.


Questa situazione ha fatto emergere una serie di difficoltà in quanto molte famiglie non erano preparate per una erogazione della didattica a distanza e pertanto, tra mancanza di connessione di rete e di dispositivi informatici, quali PC e tablet, sono affiorate nuove problematiche, soprattutto per i disabili e per certi nuclei familiari a basso reddito. Per non gravare sulle risorse economiche dei genitori l’istituto De Felice-Olivetti ha fornito in comodato d’uso circa 50 tablet e, con l’aiuto dei carabinieri di piazza Verga, li ha distribuiti in pochissimo tempo.


Anche alcune Associazioni che operano nel territorio catanese si sono mobilitate e così giorno 18 settembre 2020, alle ore 19:00, presso i locali dello storico Yachting Club di Catania, l’associazione Soroptimist International Club di Catania, nella persona della Presidente, Dott.ssa Maria Grazia Patanè, ha organizzato la serata, “Concreta-mente promuoviamo benessere” nell’ambito dei progetti “Accorciamo le distanze”. Durante la serata sono stati donati tablet ad alcune scuole di Catania, tra cui il De Felice – Olivetti, con la presenza della Dirigente Prof.ssa Anna De Francesco e delle Prof.sse Maria Riccioli e Maria Tripoli. Nel corso della manifestazione sono intervenute la dott.ssa Giusi Emanuele, medico specialista in Endocrinochirurgia, con un intervento sui nuovi disturbi alimentari e la dott. Rina Florulli, vice presidente del Club Soroptimist International Italia, che ha specificato gli scopi del Club.

Dopo la cerimonia di consegna dei dispositivi informatici si è approfittato della serata per allacciare progetti di collaborazione tra il club service e le scuole, diversificando le varie mission attraverso azioni concrete, quali promozione dei diritti umani, violenza di genere, benessere e salute, accettazione delle diversità e creazione di varie opportunità per promuovere una società più equa e solidale.

Queste tematiche vengono peraltro affrontate giornalmente in progetti promossi dall’istituto De Felice-Olivetti e vogliono contribuire all’educazione, alla cooperazione, al rispetto dei Diritti Umani, alla pace nel mondo. Dall’anno scorso sono iniziate con grande successo le varie celebrazioni del Centenario del De Felice Giuffrida, tra storia ed attualità, con un annullo filatelico che ha dato avvio a varie iniziative, interrotte solo dall’emergenza sanitaria.

I docenti hanno organizzato diversi incontri, con un’attenzione particolare ai temi dell’integrazione, della violenza di genere, del bullismo e del cyberbullismo. La scuola De Felice-Olivetti quindi “Concreta-mente” promuove cultura, educazione e senso di responsabilità per giovani, uomini e donne di domani.