Riconoscimenti per l'istituto Carlo Gemmellaro di Catania al primo concorso sui diritti umani CAV Domenico Savio

Riconoscimenti per l’istituto Carlo Gemmellaro di Catania al primo concorso sui diritti umani CAV Domenico Savio

Riconoscimenti per l’istituto Carlo Gemmellaro di Catania al primo concorso sui diritti umani CAV Domenico Savio

CATANIA – Ispirandosi alle ormai famose parole di San Giovanni Paolo II Papa “Prendi in mano la tua vita e fanne un capolavoro”, il Centro Aiuto alla Vita di Catania Domenico Savio con sede presso i Salesiani del Santuario diocesano parrocchiale “Sacro Cuore di Gesù” e dell’Oratorio-Centro giovanile Barriera di via del Bosco, in occasione del 70° anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani, ha voluto promuovere nel le scuole secondarie di secondo grado un concorso (artistico, letterario, multimediale) al fine di sollecitare i giovani a una riflessione sulla molteplicità dei significati racchiusi nel riconoscimento del diritto alla vita, sancito quale bene supremo e universale, anche se ancora oggi offeso, vilipeso e negato in varie forme e che si declina nella dignità, uguaglianza, libertà di tutti.


Riflettere sul bene della vita e su come si intenda realizzare il proprio personale progetto di vita è stato il compito in cui si sono cimentati i 169 alunni dell’istituto Carlo Gemmellaro di Catania che hanno raccolto l’invito e partecipato con entusiasmo in tutte le tre aree concorsuali previste, sotto l’attenta supervisione dei loro docenti. L’iniziativa rientra tra le numerose attività ampliamento dell’offerta formativa dell’istituto, promosse dalla dirigente scolastica prof.ssa Concetta Valeria Aranzulla.


La festa di premiazione del concorso si è tenuta venerdì 10 maggio, alle 18, presso i Salesiani di Catania-Barriera, in via del Bosco 71. Sono stati coinvolti in tutto 10 istituti e 324 studenti. I risultati dell’affollato incontro sono stati molto lusinghieri per l’istituto Carlo Gemmellaro. In particolare un gruppo di 52 studenti di primo e secondo anno hanno vinto il primo premio per aver realizzato un cartellone di 2 metri intitolato “Uniti per i diritti umani” affrontando tematiche come l’aborto, la violenza sulle donne, il bullismo e la disparità di genere; la classe VC ha vinto il secondo premio per il video realizzato sulla “violazione dei diritti umani” e infine l’alunna Giada Caruso di quinto anno ha vinto il primo premio per il video realizzato sulla violenza sulle donne.

L’istituto Carlo Gemmellaro trionfa vincendo infine la coppa (1° premio) messa in concorso tra tutte le scuole partecipanti. Durante la manifestazione si sono intervallati, proiezioni, esposizione elaborati, consegna premi (targhe ai dirigenti scolastici, coppa all’istituto con più elaborati, targhe, medaglie, biglietti per cinema per i vincitori e attestati per tutti i partecipanti).