Acitrezza si prepara a una festa di San Giovanni insolita. Ecco la programmazione: nuove regole per l'emergenza

Acitrezza si prepara a una festa di San Giovanni insolita. Ecco la programmazione: nuove regole per l’emergenza

Acitrezza si prepara a una festa di San Giovanni insolita. Ecco la programmazione: nuove regole per l’emergenza

ACI CASTELLO – Non ci sarà quest’anno ad Acitrezza, frazione di Aci Castello, in provincia di Catania, la grande festa in onore di San Giovanni Battista. Le stringenti misure di contenimento hanno reso singolare il tanto atteso appuntamento che avrà inizio ufficialmente domani con il Triduo di preparazione. Fino a martedì 23, eccezionalmente vista la ridotta capienza della chiesa madre trezzota (55 partecipanti totali), le celebrazioni eucaristiche presiedute da sacerdoti originari del borgo marinaro saranno due, alle 19 e alle 20.


Si entrerà in ordine di arrivo, senza alcuna priorità, fino al raggiungimento di posti previsti. Nel giorno dedicato al protettore del borgo marinaro (mercoledì 24) la svelata del simulacro, che per la prima volta nella storia avverrà a porte chiuse, sarà alle 8 con le messe previste per le 9,30, le 11, le 12,30 e le 19,30 quando a celebrare sarà il vescovo di Acireale monsignor Antonino Raspanti.


Ci sarà anche la possibilità di venerare l’antico simulacro dalle 8,05 alle 9,15, dalle 13,30 alle 19,15 e dalle 20,30 fino alle 24, seguendo le disposizioni impartite come il contingentamento degli accessi attraverso la predisposizione di una fila (con priorità per anziani, bambini e donne in stato di gravidanza) e l’obbligo di utilizzo della mascherina protettiva.

Salta anche la tradizionale pantomimaU pisci a mari“, anche se alle 17 i componenti dell’omonima associazione si ritroveranno in chiesa per un omaggio floreale, mentre alle 17,30 sul web verrà mandato un documentario sulla caratteristica manifestazione che racchiude in se sacro e profano. La giornata di giovedì 25, invece, sarà scandita dalle sante messe che saranno celebrate alle 9,30, alle 11, alle 12,30 e alle 19,30.

Per la preghiera personale davanti l’immagine del Battista, invece, si potrà accedere nel luogo di culto dalle 8 alle 9,15, dalle 13,30 alle 19,15 e dalle 20,30 alle 23,45. A mezzanotte, con la chiesa chiusa, si terrà la chiusura della cappella del santo.

Le celebrazioni eucaristiche e i momenti salienti saranno, come sempre, trasmesse su internet nelle pagine FacebookParrocchia San Giovanni Battista Acitrezza“, “Festasangiovanni.it” e “Centro Studi Acitrezza“, quest’ultima associazione culturale che cura la realizzazione delle dirette, manderà in onda le immagini anche su Youtube.

In televisione, inoltre, si potrà seguire la due giorni sul canale 272 del digitale terrestre grazie a Tv Acicastello. “Ci prepariamo a una festa insolita e il messaggio che il precursore ci consegna in questo 2020, a motivo dell’emergenza che ha segnato il mondo intero, è duplice: non essere superficiali e allo stesso tempo non avere paura. Guardiamo alla testimonianza del Battista e non lasciamoci vincere dalla paura di non poter riuscire a risolvere le nostre piccole e grandi difficoltà, poiché nella fede abbiamo certa speranza.”, il messaggio a tutta la comunità di Acitrezza.