Vueling Catania, decretati i vincitori della caccia al tesoro

Vueling Catania, decretati i vincitori della caccia al tesoro

Vueling Catania, decretati i vincitori della caccia al tesoro

CATANIA – Alle 11 puntuali si sono ritrovati al Chiosco di Via Bellini: in 100 hanno risposto all’invito di Vueling a partecipare alla grande caccia al tesoro per trovare, nei luoghi più affascinanti della città, i tre pezzi che hanno composto il puzzle della compagnia aerea.


Storia, cultura e tradizioni della città: questi i temi su cui vertevano le domande alle quali i concorrenti, di volta in volta, erano chiamati a rispondere per ottenere l’indizio che conduceva alla tappa successiva. Il percorso ha così toccato l’Università di Scienze Umanistiche nel Monastero dei Benedettini, la sede della casa discografica Musica e Suoni e la Pasticceria Savia. Una gara avvincente, controllata e certificata dai notai presenti nei diversi punti di controllo. Per una giornata Catania si è quindi tinta del giallo Vueling, coinvolgendo i partecipanti in un clima di allegria e grande entusiasmo.


Punto dopo punto, il gruppo dei concorrenti si è scremato, fino ad arrivare ai 5 più bravi, che nell’ultima tappa, quella all’interno della pasticceria, hanno chiesto, secondo quanto indicato dall’indizio, il miglior arancino del mondo, aggiudicandosi il terzo e ultimo pezzo del puzzle, ma soprattutto il premio offerto da Vueling, consistente in un volo per due persone da Catania per Barcellona, Roma, Firenze o Parigi.