Violazione delle regole anti-Covid nel Catanese: fioccano le sanzioni e le chiusure delle attività

Violazione delle regole anti-Covid nel Catanese: fioccano le sanzioni e le chiusure delle attività

Violazione delle regole anti-Covid nel Catanese: fioccano le sanzioni e le chiusure delle attività

CATANIA – Nella mattinata di mercoledì i carabinieri, nel quadro delle attività disposte dal comando provinciale di Catania, volte a garantire il rispetto delle disposizioni ministeriali, emanate per il contrasto alla diffusione epidemica in atto, coerentemente con gli indirizzi strategici della Prefettura, hanno svolto servizi di controllo e sensibilizzazione finalizzati al condiviso recepimento delle finalità delle norme.


Per rispettiva competenza, pertanto, i carabinieri della compagnia di Paternò con il Nucleo Cinofili di Nicolosi, nonché i militari della Stazione di Palagonia supportati dai colleghi della C.I.O. del XII° “Reggimento Sicilia” e l’apporto di un velivolo del 12° Elinucleo di Catania, hanno effettuato il servizio finalizzato al controllo del territorio e delle attività commerciali.

I militari della compagnia di Paternò hanno:


  • elevato 6 sanzioni amministrative per il mancato utilizzo della mascherina protettiva;
  • contestato 18 sanzioni amministrative per varie violazioni al Codice della Strada;
  • sottoposto a sequestro e fermo amministrativo un motociclo, ritirando un documento di guida e di circolazione decurtando 34 punti;
  • identificato 64 persone e controllato 36 veicoli.

Controlli a Paternò

A Belpasso, inoltre, gli uomini dell’Arma hanno denunciato un 39enne del posto che aveva tentato di aggredire il titolare di una palestra. Invece, nel territorio di Palagonia, analogamente, il controllo sugli esercizi commerciali, dedicati alla vendita di generi alimentari, ha consentito di verificare la somministrazione di cibo da asporto agli avventori da parte del dipendente di una gastronomia di via Palermo. A quest’ultimo è stata applicata la sanzione amministrativa e la chiusura temporanea dell’attività per 5 giorni, il tutto scaturito dalla violazione delle disposizioni governative che ne vietano la vendita nelle ore notturne.

Nell’area mercatale, inoltre, a seguito dell’ispezione di 15 esercizi commerciali, i carabinieri hanno sorpreso e sanzionato un pregiudicato di 27 anni che circolava a bordo di un monopattino elettrico senza la prevista mascherina. Inoltre, gli stessi hanno verificato che il proprietario di un furgone, adibito alla preparazione e alla vendita di alimenti, li consegnava ai clienti senza utilizzare la mascherina protettiva. Violazioni che hanno determinato anche in questo caso una sanzione di amministrativa e la chiusura dell’attività per 5 giorni.

Controlli a Palagonia