Succede a Catania e provincia: 25 ottobre POMERIGGIO

Succede a Catania e provincia: 25 ottobre POMERIGGIO

CATANIA – Ecco le operazioni più importanti condotte dai carabinieri a Catania e provincia:


  • i carabinieri di Misterbianco nel quadro delle attività disposte dal comando provinciale di Catania, volte a garantire il rispetto delle disposizioni ministeriali emanate per il contrasto alla diffusione epidemica, coerentemente con gli indirizzi strategici della Prefettura, hanno svolto un servizio di controllo del territorio finalizzato a garantire l’ottemperanza alle disposizioni sulla specifica normativa, nonché al controllo del territorio. Nel corso del servizio i militari, sensibilizzando sempre i presenti a mantenere un’adeguata “distanza sociale”, hanno sottoposto a controllo 7 attività commerciali senza rilevare violazioni alle prescrizioni elevando, però, nei confronti di 10 persone, la prevista sanzione amministrativa per il mancato utilizzo della mascherina protettiva. Di esse, in particolare, 8 si trovavano in assembramenti sulla pubblica prive del dpi, mentre altre 2 persone, non conviventi ma a bordo della stessa autovettura, erano prive della mascherina protettiva;

 

  • i carabinieri di Misterbianco hanno controllato 31 veicoli ed identificato 45 persone con la conseguente contestazione di 12 violazioni amministrative tra le quali la mancanza di copertura assicurativa o l’utilizzo del cellulare alla guida, nonché è stato sottoposto a sequestro 1 veicolo e ritirato 1 documento di circolazione;

 


  • i carabinieri delle Stazioni di Bronte e Maniace con il supporto dei colleghi del Nucleo Radiomobile della compagnia di Randazzo, nell’ambito delle coordinate attività disposte per garantire l’osservanza delle norme sul contenimento epidemico, hanno attuato una serie di servizi di controllo nei rispettivi territori di competenza. In particolare nel corso dell’attività i militari hanno proceduto al controllo di 13 esercizi pubblici, di 28 veicoli, identificato 45 persone, nonché hanno contestato la prevista sanzione amministrativa nei confronti di due giovani che, non conviventi ma a bordo della stessa autovettura, erano privi della mascherina protettiva;

 

  • i militari del Nucleo Radiomobile, nel corso dell’attività svolta per garantire il rispetto delle norme del Codice della Strada hanno imposto l’alt al guidatore di una Fiat Panda, un 45enne di Maletto che, visibilmente alterato dai fumi dell’alcol, è stato sottoposto all’esame strumentale dell’etilometro che ha confermato come il tasso rilevato fosse di molto superiore al consentito, motivo per il quale è stato denunciato per guida in stato d’alterazione da sostanze alcoliche.

Immagine di repertorio