Succede a Catania e provincia: 11 ottobre MATTINA

Succede a Catania e provincia: 11 ottobre MATTINA

CATANIA – Ecco le operazioni principali svolte dai carabinieri a Catania e provincia:


  • I carabinieri del Nucleo Radiomobile di Catania hanno arrestato tre persone, delle quali due in esecuzione di specifica ordinanza dell’autorità giudiziaria una in flagranza di reato. In particolare in viale Giovanni Da Verrazzano hanno fermato e sottoposto a controllo il 21enne catanese Giuseppe Scafaria il quale, a seguito di verifiche alla banca dati, è risultato essere stato colpito da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Corte d’Appello di Catania. Il giovane infatti, già sottoposto agli arresti domiciliari per reati in materia di droga, era stato condannato alla pena di 1 anno e 2 mesi di reclusione per evasione, ragion per la quale è stato associato al carcere di Catania Piazza Lanza. In via Don Luigi Sturzo i militari hanno sottoposto a controllo il 28enne Christian El Agrebi, di Floridia (SR) che, in compagnia di un uomo, si stava aggirando in quella zona. L’uomo, che è risultato essere destinatario di un ordine di sospensione della misura dell’affidamento terapeutico alternativa al carcere emessa dal magistrato di sorveglianza di Caltanissetta, è stato portato nel carcere di Giarre (CT). In via Leonardo da Vinci, i militari hanno notato l’istintivo tentativo di sottrarsi alla loro vista da parte del 49enne catanese. A seguito di perquisizione domiciliare, lo hanno trovato in possesso di 40 grammi circa di marijuana, una dose di cocaina, 2 bilancini di precisione, 1 pianta di cannabis indica dell’altezza di 150 centimetri coltivata in un vaso, nonché una confezione con 8000 bustine per il confezionamento delle singole dosi di droga. L’uomo è stato denunciato a piede libero;

Giuseppe Scafaria

Christian El Agrebi

  • I carabinieri di Paternò, con il supporto dei colleghi del “12°Reggimento Sicilia”, nell’ambito dei servizi predisposti per garantire il rispetto delle misure previste per il contenimento del virus, hanno effettuato un servizio a largo raggio. Il servizio ha portato al deferimento all’autorità giudiziaria di due giovani per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. I particolare si tratta di un 21enne di Motta Sant’Anastasia, pregiudicato e agli arresti domiciliari, sottoposto a una perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di nove dosi di marijuana in bustine di plastica, nonché altro materiale per il confezionamento per la vendita al minuto della droga; un 17enne paternese che, dopo aver inutilmente tentato di allontanarsi per sottrarsi al controllo, è stato bloccato e trovato in possesso di 3 dosi di marijuana occultata tra le banconote e un 19enne di Paternò, sottoposto agli arresti domiciliati, che è stato sorpreso fuori dalla propria abitazione. Sono stati segnalati inoltre alla Prefettura, quali assuntori di sostanze stupefacenti, 4 giovani in possesso di 11 dosi di marijuana, nonché sono state contestati 16 sanzioni amministrative per violazioni del C.d.S, ed il sequestro di due veicoli.
    Nel corso dell’attività, inoltre, sono stati disciolti 3 assembramenti di giovani nella pubblica via, controllati 4 esercizi commerciali, identificate 45 persone e controllati 19 veicoli.