Questione Distaccamento vigili del fuoco di Palagonia, enorme carenza di personale e ritardo dell'apertura

Questione Distaccamento vigili del fuoco di Palagonia, enorme carenza di personale e ritardo dell’apertura

Questione Distaccamento vigili del fuoco di Palagonia, enorme carenza di personale e ritardo dell’apertura

PALAGONIA – Arriva direttamente da Carmelo Barbagallo, coordinatore regionale Usb vigili del fuoco Sicilia, in merito alla questione del Distaccamento di Palagonia (CT), che vi riportiamo integralmente.


Com’è già noto, il distaccamento di Palagonia, sito in una zona strategica del territorio catanese, potrebbe ritardare ancora l’apertura, il tutto è da additare all’enorme carenza di personale che soffre il comando di Catania; sono 128 le unità in meno, con Distaccamenti, come ad esempio Caltagirone, che hanno un organico che non rispecchia il carico di lavoro ed il rischio correlato da ‘zona sismica, rischio incendi ed industriale’.


A quanto pare, la Sicilia, ma soprattutto Catania, ancora una volta viene dimenticata… non sono le 28 unità in più che arriveranno a luglio a poter colmare le ataviche carenze! Caltagirone, Riposto, Paternò, Acireale, Adrano, i due Distaccamenti cittadini e il nucleo sommozzatori stesso, sono assolutamente sottodimensionati rispetto al rischio elevato e al carico di lavoro (cosa che lo si è dimostrata ampiamente).

Dette sedi (come più volte sollecitato da questa O.S., attraverso l’aiuto anche dei sindaci) dovrebbero essere riclassificate a categoria superiore; allo stato attuale, sono SD3, ma dovrebbero, quantomeno oscillare dall’Sd4 all’SD5, con un nucleo sommozzatori completo nei 4 turni (tra i nuclei più importanti in Italia, ma preso in scarsa considerazione… ma la statistica ha sempre dimostrato che deve essere potenziato!).

È arrivata la stagione estiva, con aumento del carico di lavoro, ci si auspica che le squadre Boschive, partano non ad agosto, ma sin da subito! Che paghino gli arretrati ai lavoratori (con ritardi anche di 2 anni, OASI DEL SIMETO).

Sul fronte automezzi, le APS stanno arrivando, i moduli boschivi sono in consegna, ma siamo con autoscale alla frutta!“.

Immagine di repertorio