Nubifragio su Catania, problemi anche a Fontanarossa

Nubifragio su Catania, problemi anche a Fontanarossa

Nubifragio su Catania, problemi anche a Fontanarossa

CATANIA – Una vera e propria “bomba d’acqua” quella che si è abbattuta oggi pomeriggio nel Catanese. Le spaventose nubi “mammatus” – come le hanno definite gli esperti – hanno ricoperto principalmente le zone di Paternò e Misterbianco. Dalle 15:30 alle 16:00 il violento nubifragio ha allagato strade, appartamenti e cantine.


Numerosi gli interventi effettuati dai vigili del fuoco: hanno operato sul campo 8 squadre e circa 40 unità. Il centralino del 115 è stato letteralmente preso d’assalto. Per le strade è stato possibile osservare abitazioni allagate, macchine rimaste in panne e tombini esplosi per la troppa pioggia.


A Catania l’aeroporto di Fontanarossa è rimasto chiuso per circa un’ora e tre voli sono stati dirottati all’aeroporto Falcone-Borsellino di Palermo a causa della violentissima pioggia caduta che ha reso la pista impraticabile. Si tratta del volo V71264 Vercelli/Catania delle 16.40, del volo HV5215 Amsterdam/Catania delle 16 e del volo U22847 Milano-Malpensa/Catania delle 16.30.

Alla Playa alcuni tetti di capannoni sono stati divelti per il forte vento, che soffiava a una velocità tale da poter affermare che si trattasse di una vera e propria tromba d’aria.

Forti piogge anche nell’hinterland cittadino e in provincia: a Paternò una casa colpita da un fulmine ha preso fuoco. Qui sono caduti 20 mm di pioggia e la temperatura è piombata a +16,6°C. A Catania sono caduti 23 mm di pioggia in città, e la temperatura è scesa fino a +18,5°C.