Nel Catanese ci sono 3 nuovi positivi: cittadino ricoverato, studente e insegnante contagiati

Nel Catanese ci sono 3 nuovi positivi: cittadino ricoverato, studente e insegnante contagiati

Nel Catanese ci sono 3 nuovi positivi: cittadino ricoverato, studente e insegnante contagiati

GIARRE – Tra sabato sera ed ieri, domenica 4 ottobre, si sono registrati a Giarre (in attesa comunque di conferma da parte dell’Asp di Catania) ulteriori 3 casi di persone positive:


Questi gli ultimi, sommati ai due studenti liceali di sabato scorso e agli altri 7 positivi ufficialmente comunicati dall’Asp, fanno aumentare il numero dei contagiati a 12 persone.


Tal ricostruzione è stata effettuata grazie ai vari accertamenti effettuati dagli uffici competenti coordinati dal sindaco Angelo D’Anna in contatto con le autorità sanitarie e scolastiche.

Stiamo attentamente monitorando la situazione e ad ieri alle ore 19 i positivi a Giarre dovrebbero essere 12 di cui uno ricoverato in ospedale, salvo conferma da parte dell’Asp di Catania. Le classi poste in quarantena sono 6 a fronte di circa 8.000 studenti suddivisi in diverse centinaia di classi. Ciò dimostra che i vari Istituti stanno operando bene per evitare il propagarsi del contagio mediante la rigorosa applicazione dei vari protocolli sanitari.

Invito pertanto tutte le componenti dell’utenza scolastica (genitori, alunni personale docente e non docente) a continuare ad agire (ognuno per la propria parte) con scrupolo e con la doverosa attenzione senza creare pericolosi allarmismi. Monitoreremo costantemente l’evolversi della situazione e ove si rendesse necessario saranno adottati di concerto specifici generali provvedimenti.

Nello stesso tempo rinnovo l’invito ai gestori di centri di aggregazione affinché continuino ad adottare con il massimo scrupolo le procedure sanitarie previste per la sanificazione quotidiana dei locali, distanziamento sociale e della mascherina. Nei prossimi giorni, come già preannunciato effettueremo una serie di riunioni per intensificare l’uso della mascherina in luogo pubblico e per un maggior rispetto del divieto di assembramento mediante il prolungato stazionamento nei luoghi pubblici o aperti al pubblico (strade, piazze e parchi) per i quali saranno disposti appositi controlli.

Ci riserviamo infine di effettuare tutte le dovute e necessarie comunicazioni ad aggiornamento dell’attuale critica situazione che con l’aiuto consapevole di tutti riusciremo certamente a superare“, ha concluso il primo cittadino.

Immagine di repertorio