Aci Catena, contagi da Covid. Facciamo chiarezza, parla il presidente Aleo: “Nessun lockdown nel territorio”

Aci Catena, contagi da Covid. Facciamo chiarezza, parla il presidente Aleo: “Nessun lockdown nel territorio”

ACI CATENA – Il presidente del consiglio comunale di Aci Catena (CT), Giuseppe Aleo, interviene sulla questione dei contagi da Covid-19 nel comune catanese in questione.


Sebbene si tratti di un momento che desta grande preoccupazione nella cittadinanza, in considerazione degli ultimi aggiornamenti dell’Asp, Aleo invita la cittadinanza a continuare con l’osservanza delle regole ma senza scadere nel panico che in casi come questi, non aiuta certamente a risolvere un problema.

Crescono i contagi nel territorio comunale – dice Giuseppe Aleo – ma in ogni caso si è ben lontani dai numeri verificatisi in altri comuni, pertanto è da scongiurare ma soprattutto sconfessare chi sostiene che l’amministrazione comunale sia prossima a dichiarare lockdown nel territorio. Ciò nel rispetto di chi si attiene scrupolosamente alle regole (distanziamento, mascherine e presidi anti contagio).


Chiudere in questo momento sarebbe una beffa per commercianti, aziende a P.I..

A seguito degli ultimi avvenimenti e aggiornamenti del Covid-19 che ha visto tra i contagiati anche un dipendente comunale, assente già dagli uffici da circa dieci giorni, il sindaco, di concerto con la presidenza del consiglio, ha deciso di avviare la sanificazione degli uffici nonché mezzi comunali (così come da mesi avviene). Gli uffici dell’ente precauzionalmente rimarranno chiusi nella giornata di oggi, venerdì 23 ottobre, al fine di svolgere la corretta procedura di sanificazione degli ambienti. Sotto questo punto di vista l’amministrazione comunale sta monitorando attentamente la situazione in sinergia con l’Asp e Protezione civile, per cercare di identificare eventuale matrice di provenienza del virus, che non deve intendersi come focolaio PERCHÈ AL MOMENTO AD ACI CATENA NON SI PUÒ PARLARE DI CIÒ.

Pertanto, ho avuto rassicurazioni da parte del sindaco, con cui siamo stati in riunione sino a ieri alle 14, che non si ha l’intenzione di effettuare lockdown, qualora dovesse servire – conclude il presidente del consiglio comunale Giuseppe Aleo – cercheremo di suggerire al sindaco Oliveri interventi mirati, atti ad interrompere il trend negativo dei contagi. Rimane chiaro che per fare ciò serve la piena collaborazione di tutti amministratori, commercianti e cittadini tutti. Si ricorda altresì che le funzioni di protocollo (per la sola giornata di oggi) sono state assegnate all’ufficio del piantone dei vigili urbani.

Inoltre, al fine di una maggiore sicurezza e trasparenza, nonostante, ci tengo a ribadire, che l’impiegato è assente da oltre 10 giorni dagli uffici e nessuno ad oggi presenta e/o ha segnalato sintomi, insieme all’Asp è stato concordato e deciso di avviare un controllo (tampone) a tutti i dipendenti nonché agli amministratori”.

Immagine di repertorio