Inseguimento sulla circonvallazione: 800 capi di abbigliamento rubati

Inseguimento sulla circonvallazione:<br> 800 capi di abbigliamento rubati

Inseguimento sulla circonvallazione:
800 capi di abbigliamento rubati

CATANIA – Viaggiava ad alta velocità su viale Ulisse, intorno alle ore 1,20 della scorsa notte, il quarantanovenne Sebastiano Chiarenza. Accusato di furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale, l’uomo è stato notato da una pattuglia della polizia mentre sfrecciava pericolosamente a bordo di un furgone Fiat Doblò. Immediato il tentativo da parte delle forze dell’ordine di bloccare la vettura; ma il conducente, alla vista della volante, ha accelerato la sua corsa cercando di sottrarsi all’alt degli agenti.


L’inseguimento è continuato fino al Tondo Gioeni, dove il sospettato, con un’improvvisa e pericolosa manovra, ha tentato di imboccare in controsenso la rotatoria, fallendo nel suo intento e catapultando il veicolo a ridosso delle grosse pietre della piazzola. Sceso dalla vettura, ha poi proseguito la fuga a piedi fino a via Ardizzone Gioeni, dove ha tentato di nascondersi sotto un camion parcheggiato, non riuscendo ancora nell’ennesimo tentativo di fuga; è stato infatti raggiunto e bloccato dalle forze dell’ordine.


Nel Doblò, gli agenti hanno scoperto un carico di capi d’abbigliamento – con ancora il cartellino apposto su ogni indumento – che il sospettato, pregiudicato per reati contro il patrimonio, aveva certamente poco prima trafugato da qualche negozio. La refurtiva comprendeva ben 800 capi di vestiario di note marche, per un valore (all’ingrosso) di circa 10.000 euro.

La merce è stata recuperata ed immediatamente restituita alla vittima, senza dubbio entusiasta dopo aver confessato alla polizia la mancata assicurazione per furto sulla merce. Sebastiano Chiarenza è stato tratto in arresto e, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stato posto ai domiciliari in attesa del giudizio per direttissima.