Giovane accoltellato a morte dopo lite furibonda: Pietro Leto condannato per omicidio con rito abbreviato

Giovane accoltellato a morte dopo lite furibonda: Pietro Leto condannato per omicidio con rito abbreviato

Giovane accoltellato a morte dopo lite furibonda: Pietro Leto condannato per omicidio con rito abbreviato

ALESSANDRIA DELLA ROCCA – Pietro Leto, 21 anni originario della provincia di Agrigento, è stato condannato a 15 anni di reclusione per l’omicidio del coetaneo Vincenzo Busciglio.


La sentenza sarebbe stata emessa oggi dal Tribunale di Sciacca che avrebbe condannato il giovane a una pena più severa rispetto a quanto era stato richiesto dal pubblico ministero. Il processo si è svolto secondo le modalità del rito abbreviato.

L’omicidio si verificò nel marzo del 2019 ad Alessandria della Rocca, dove a seguito una lite furibonda tra i due giovani, Leto avrebbe accoltellato il 23enne Busciglio.


Fin dall’inizio, Leto sarebbe stato il principale indiziato, posizione poi avvalorata dalle testimonianze raccolte dai militari. Inoltre, l’omicida  sarebbe stato un soggetto già noto alle forze dell’ordine.

Stando a quanto è emerso nel corso delle indagini, la vittima avrebbe tentato la fuga e, prima del decesso, avrebbe fatto in tempo ad annunciare il nome del suo aggressore che gli avrebbe sferrato ben due coltellate che avrebbero intaccato, secondo l’accusa, l’addome e il dorso, lacerando organi vitali.

Immagine di repertorio