Cerchi qualcosa che ti hanno rubato? Becchiamoli.it è il sito che fa per te

Cerchi qualcosa che ti hanno rubato? Becchiamoli.it è il sito che fa per te

SICILIA – Ti è stato rubato qualcosa e vuoi riaverlo? Vogliono venderti un iPhone ad un prezzo incredibile e vuoi accertarti che non sia rubato? La risposta è Becchiamoli.it, il primo sito web in Italia nato per ritrovare oggetti rubati e/o smarriti e contrastare, così, il mercato dell’usato di illecita provenienza. 

Il sito sarà attivo da oggi: è una vera e propria piattaforma virtuale che racchiude tutte le regioni italiane. La navigazione è facile, veloce e gratuita.

Il cuore pulsante di Becchiamoli.it sarà costituito dagli stessi utenti che, attraverso le condivisioni sui social e il tam-tam, faranno in modo di ritrovare ciò che è stato rubato o perso.

Sono presenti più di venti categorie, inserite nel menù a tendina della homepage: dall’abbigliamento alla telefonia, fino a motori marini, cani o gatti.

”L’idea di fondo di Becchiamoli.it è che chi è stato derubato o ha semplicemente perso un oggetto a cui tiene, farebbe spesso qualsiasi cosa per riaverlo” dice l’ideatore della piattaforma Daniele Di Gregoli. 

Il meccanismo è molto semplice: per segnalare un furto o uno smarrimento basterà, registrarsi (al fine di avere una tracciabilità del denunciante), inserire il proprio oggetto da denunciare e attendere. Anche a distanza di mesi, si potrebbe ricevere l’e-mail: “Forse li abbiamo beccati, controlla se l’oggetto segnalato è di tua proprietà”.

Per chi, invece, volesse accertarsi della legalità della provenienza di un oggetto in vendita su siti di e-commerce e, quindi evitare di incorrere nel reato di ricettazione e incauto acquisto, basterà inserire nell’apposito campo, il modello, la tipologia e un codice.

Se l’oggetto dovesse risultare smarrito o rubato, si potrà segnalare al proprietario, anche rimanendo anonimi, facendo un copia/incolla del link del sito dove si è trovato l’oggetto. 

Foto: screenshot del sito Becchiamoli.it

Commenti