Trapani, Cosmi: “Catania capitolo chiuso. Domani batteremo il Bari”

Trapani, Cosmi: “Catania capitolo chiuso. Domani batteremo il Bari”

TRAPANI – Domani alle ore 15 allo stadio “Provinciale” il Trapani affronterà il Bari. La squadra di mister Serse Cosmi è chiamata ad una risposta dopo la pesante sconfitta nel derby contro il Catania che ha riavvicinato la squadra alla zona play-out. I pugliesi invece sono reduci dal pareggio casalingo contro il Crotone e affrontano il match di domani con la mente libera da particolari patemi di classifica.

Nella consueta conferenza stampa prepartita il mister del Trapani ha analizzato l’incontro di domani: “Il Bari è una squadra che rispettiamo tanto, ho chiesto ai miei ragazzi di essere quelli che sono stati per quattro partite e mezzo. Le qualità tecniche dei pugliesi sono evidenti, una squadra che ha nei singoli e nell’allenatore delle grandi qualità. È una squadra costruita per tentare di arrivare quanto meno nei play-off. Credo ovviamente che verranno qui per fare risultato, non conosco nessuna squadra che giochi per non vincere“.

È stata una settimana difficile per la squadra siciliana, sia per la brutta sconfitta subita lo scorso turno contro il Catania, sia per qualche infortunio che ha colpito alcuni elementi della rosa: “È stata una settimana un po’ travagliata, caratterizzata da tanti piccoli problemi di infortunio: Citro è ancora in fase di recupero. Abbiamo avuto qualche problema con i vari Basso e Lombardi, ma recuperiamo Nadarevic. Il ko nel derby contro il Catania? Bisogna sapere vivere e capire le sconfitte, il Trapani in queste cinque partite ha sbagliato soltanto un tempo: il secondo tempo di Catania. L’ampiezza del risultato di sabato scorso ha creato forse più allarmismo del dovuto, ma rimane comunque una sconfitta che abbiamo già assorbito. Dobbiamo resettare quei secondi 45′, ma abbiamo in ogni caso perso contro un’ottima squadra e che si trova casualmente in questa posizione di classifica”.

La partita contro il Bari è fondamentale per il Trapani per continuare a puntare all’obettivo salvezza: “Sono convinto che per salvarsi possono anche bastare meno di 50 punti perché le squadre in lotta sono davvero tante. In ogni caso noi non dobbiamo pensare a nessuna quota salvezza, ma pensare soltanto a questa partita. Bisogna ancora dimostrare tanto per ottenere il nostro obiettivo. Nella lotta salvezza conta tanto la tranquillità, questo è un gruppo sano e sereno e che deve continuare a concentrarsi sull’obiettivo“.

Commenti