Palermo, Iachini: “Stiamo costruendo un bel giocattolo”

Palermo, Iachini: “Stiamo costruendo un bel giocattolo”

PALERMO – Oggi Palermo in campo per cercare di ottenere la prima vittoria in campionato. Giuseppe Iachini pensa che quello contro la Lazio sia un banco di prova molto importante sul piano della crescita dopo gli ottimi segnali evidenziati in avvio di stagione. “Si riparte da un percorso che stiamo portando avanti da un po’ di tempo, con la valorizzazione progressiva dell’organico, un’identità e mentalità ben precise. Queste prestazioni danno certezze ma anche la consapevolezza che avremmo meritato più punti in classifica. Sappiamo che in qualche aspetto dobbiamo migliorare, ad esempio a non commettere errori individuali, arrivando ad essere un giocattolo interessante attraverso il gioco propositivo”.

Iachini spiega perché non sarà affatto semplice avere ragione della Lazio. “La Lazio è avversario di rilievo, allenato da un tecnico che conosco bene. Sarà una gara molto difficile contro una squadra che ha lasciato immeritatamente dei punti per strada. Servirà un Palermo di grande spessore, intenso, tatticamente impeccabile, tosto ed organizzato, in poche parole la partita perfetta contro una compagine forte ed esperta. Guai se mancasse il giusto piglio e spirito, la giusta convinzione”.

Dopo avere dominato la B il Palermo milita in una categoria, la Serie A, che presenta caratteristiche molto diverse. “In questa categoria c’è qualità in tutti i reparti, una palla persa in attacco può essere micidiale, pertanto quando si offende è importante il posizionamento oltre allo smarcamento della punta. Bisogna acquisire sicurezze ed equilibrio anche nelle coperture preventive, prestare un pizzico di attenzione in più alle fasi cruciali delle partite. Basti pensare che spesso, finora, non abbiamo sfruttato occasioni che ci avrebbero garantito più gol e punti”.

I nuovi arrivati non si sono ancora perfettamente inseriti, ma lo fanno gradualmente. “Non dimentichiamo che per tanti ragazzi a mia disposizione la Serie A è una novità e gli serve tempo per inserirsi. I nuovi arrivati si stanno inserendo gradatamente nel contesto Palermo, lavorano qui da poco tempo. Dovevo e devo mettere in preventivo ancora qualche loro defaillance”.

Commenti