Palermo-Atalanta: un’occasione da non fallire! Le probabili formazioni

Palermo-Atalanta: un’occasione da non fallire! Le probabili formazioni

PALERMO – Il Palermo torna domani al Barbera a distanza di una settimana dalla vittoriosa partita con il Crotone, che, con i primi 3 punti conquistati in casa, ha riacceso la speranza nei cuori dei tifosi rosanero.

Pur sofferta, di misura e con gli avversari in inferiorità numerica per gran parte del secondo tempo, la vittoria di domenica scorsa potrebbe costituire una svolta nel campionato degli uomini di Diego Lopez. Intanto ha sancito il fatto che la squadra non è rassegnata, ha intenzione di continuare a combattere fino alla fine e di disputare le quindici partite che restano come se fossero tutte finali.

Di fatto domenica all’uscita dallo stadio sembrava di vedere i tifosi di una squadra che aveva conquistato la Champions League, tale era la gioia, mista all’incredulità, per quella prima vittoria conquistata contro gli avversari e contro la gestione della società, il cui vertice appare sempre più disimpegnato e lontano nei comportamenti dal gruppo di uomini impegnati nella lotta per non scomparire dal calcio che conta.

Ma non è più tempo di polemiche. Ormai è solo il tempo di stringersi accanto ai giocatori in maglia rosanero e incitarli a compiere un miracolo ancora più grande di quello che si concretizzò il 15 maggio dell’anno scorso al Barbera contro il Verona.

E mentre il presidente ricomincia a parlare dell’argomento cessione della società, questa volta l’acquirente dovrebbe essere costituito da un fondo d’investimento americano, Diego Lopez, forte dei 4 punti conquistati nelle due partite finora disputate sulla panchina del Palermo, cercherà di capitalizzare l’entusiasmo e la fiducia presenti nello spogliatoio per affrontare l’Atalanta di Gian Piero Gasperini con qualche concreta speranza di non soccombere.

Con l’Empoli, che al Meazza dovrà affrontare l’Inter, che pur decimata da Rizzoli, si presenterà furiosa per l’epilogo della partita di domenica sera contro la Juventus, la possibilità di accorciare il distacco dal quart’ultimo posto è un’occasione da non lasciarsi scappare.

Dovrà l’allenatore uruguaiano evitare che la squadra, spinta dalla voglia e dalla necessità di vincere, si scopra e dia al “Papu” Gomez l’opportunità di giostrare in ampi spazi. Dovrà essere accorto il Palermo ed interpretare bene la gara, sfruttando al massimo la vena di Nestorovski ed evitando qualunque distrazione in difesa. Coscienti delle difficoltà che incontrano in fase di impostazione del gioco, i rosa dovranno evitare di scoprirsi, privilegiando il gioco sulle fasce, che vede nel redivivo Embalo un interprete efficace. I rientri di Gonzalez e Goldaniga dal contemporaneo turno di squalifica consentiranno a Diego Lopez di avere la possibilità di effettuare delle scelte nell’unico settore, quello difensivo, in cui c’è abbondanza di uomini.

La probabile formazione del Palermo dovrebbe essere composta da Posavec; Rispoli, Gonzalez, Goldaniga, Pezzella; Bruno Henrique, Jajalo, Chochev; Embalo, Nestorovski, Trajkovski, cioè lo stesso schieramento, con il modulo 4-3-3, che è risultato vincente contro il Crotone. L’Atalanta, che dopo la sconfitta rimediata in casa all’andata contro i rosanero, ha imboccato la strada giusta che l’ha portata ad occupare con 42 punti le zone alte della classifica, appaiata all’Inter e con due punti di vantaggio sul Milan, dovrebbe scendere in campo con il modulo 3-4-1-2 così composto: Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Conti, Kessie, Freuler, Spinazzola; Kurtic; Petagna, Gomez. Arbitrerà il Sig. Orsato.

E saranno in molti al Barbera ad essere dispiaciuti dall’annuncio dato da Enzo Maresca di voler abbandonare il calcio, memori anche di quel secondo gol segnato al Verona, che permise al Palermo, sempre il 15 maggio dell’anno scorso, di ritornare in vantaggio dopo il momentaneo pareggio degli scaligeri.

Pietro D’Alessandro

Commenti