Marsala: dov’è la vittoria? Sconfitto anche il Tremestieri

Marsala: dov’è la vittoria? Sconfitto anche il Tremestieri

Catania – La ventiduesima giornata sarebbe dovuta essere quella del riscatto per la Sigel Pallavolo Marsala che dopo due sconfitte interne consecutive cade anche fuori casa a San Vito e non riesce più a risollevarsi.  La partita tra le due contendenti è equilibrata da subito; già dal primo set Marsala, nonostante la mancanza del capitano Pinzone Vecchio, dimostra che nulla deve essere lasciato al caso, e con tenacia rimane nella scia della Cedat, giocando il parziale punto su punto.  San Vito però è più attenta a non concedere troppo e chiude così il set con il punteggio di 25-23. La reazione delle siciliane non tarda ad arrivare e la seconda frazione vede più concentrazione nelle fasi di copertura del campo e della conseguente costruzione dell’azione. Questa attenzione permette al Marsala di imporre il proprio gioco e di spingere il più possibile l’acceleratore contro il sestetto avversario: il tabellone segna quindi il 20-25 per le lilybetane e la parità è ristabilita. Le forze in campo restano equilibrate anche durante il terzo set, vinto 25-22 dalle padroni di casa. Il vero punto di svolta dell’incontro che dà la vittoria alle pugliesi si ha sul 16-16 della quarta frazione di gara: San Vito aumenta la progressione e mette a referto un break di 7-0 che spezza le gambe alle ospiti e spegne qualsiasi speranza di giocare il tie-break. 25-17 l’ultimo  e definitivo punteggio segnato sul referto arbitrale e match vinto per 3-1 dalla Cedat che si avvicina con 24 punti in classifica alle marsalesi ferme ancora a 25.

Seconda sconfitta consecutiva per l’Orizzonte Tremestieri che dopo la sosta pasquale non riesce a dare slancio alla propria corsa verso i play-off e in seguito alla caduta in casa per 0-3 contro Arzano scende al sesto posto in classifica con 33 punti. Le ospiti sono consapevoli che il campo di Pedara è molto insidioso, infatti tutte le big finora ospitate dal Tremestieri sono state battute, e per questo l’attenzione da prestare per questo incontro dev’essere maggiore. La grande affidabilità e concretezza delle catanesi tra le mura amiche non è servita questa volta però ad arginare la forza e la grinta delle napoletane che già dai primi scambi, sebbene le ragazze di coach Scavino abbiano tentato costantemente di imporre il proprio gioco, riescono a prendere le distanze dalle padroni di casa e portarsi durante il primo parziale sul 18-25. Si assiste ad un tenue crescendo delle etnee nel resto dell’incontro e durante il secondo e il terzo set cercano di sfruttare qualche distrazione difensiva delle ospiti le quali tuttavia concedono poco e legittimano definitivamente la loro superiorità, adesso di 10 punti in classifica rispetto al Tremestieri, e alimentano ancor di più le loro speranze per i play-off grazie al loro secondo posto; secondo set 20-25 e terzo set 22-25.

Turno di riposo per il Siracusa, penultimo in classifica e ormai retrocesso in serie B2 in attesa dell’incontro della prossima settimana proprio contro l’Arzano.

Commenti