L’anticipo di domani allo Juventus Stadium è una partita senza scampo per il Palermo?

L’anticipo di domani allo Juventus Stadium è una partita senza scampo per il Palermo?

PALERMO – Sembra senza scampo la gita di domani sera allo Juventus Stadium per il Palermo reduce dalla debacle interna contro l’Atalanta, che ha soffocato sul nascere le residue speranze nate dopo le due partite senza sconfitte con cui aveva avuto inizio l’era Diego Lopez.

Vero è che la palla è rotonda, ma la squadra vista domenica al Barbera sulla carta non ha alcuna possibilità di tenere testa all’armata da guerra bianconera. Non è per niente rassicurante il pensiero di vedere Aleesami, previsto al posto di Pezzella, a cui è stata riscontrata una lesione di secondo grado del retto femorale della gamba sinistra rimediata nel match contro l’Atalanta, alle prese con Cuadrado ed i centrali rosanero tentare di opporsi al “pipita” Higuain.

Senza dimenticare il genio di Paulo Dybala, le eleganti geometrie di Pjanic e di Pjaca. E non servono a rincuorare i rosa le assenze per squalifica di Mandzukic e per un problema muscolare di Giorgio Chiellini. Né vale ricordare che nell’unica volta che il centravanti croato è partito dalla panchina per entrare in campo solo all’80°, la Juventus ha rimediato la sconfitta contro la Fiorentina per 2 a 1 il 15 gennaio scorso.

Per uscire indenne dal fortino bianconero, la squadra di Diego Lopez dovrebbe scrollarsi di dosso tutte le paure e le ripercussioni psicologiche derivanti dagli errori difensivi di cui è ricca la sua stagione. Memore dell’ardore profuso contro il Napoli, il Palermo dovrebbe affrontare l’incontro con la massima concentrazione ed intensità, cercando di bloccare il più possibile la partita sullo 0 a 0 aspettando che gli avversari si lascino prendere dall’ansia per tentare qualche possibile ripartenza.

Sicuramente l’atteggiamento in campo dovrà essere di attesa, perché è impensabile affrontare gli uomini di Allegri a viso aperto. Viste anche le esperienze passate, sarebbe auspicabile uno schieramento difensivo a 3, che in trasferta ha dato buoni risultati, per tentare di arginare il potenziale offensivo dei bianconeri.

Ma tutto lascia, invece, presupporre che Diego Lopez attuerà il modulo preferito, il 4-3-3, anche se contro l’Atalanta la squadra è apparsa spesso in balìa degli avversari ed Embalo e Trajkovski non sono riusciti a dare un valido supporto a Nestorovski, l’unico attaccante rimasto a lottare contro i difensori nerazzurri.

Riguardo ai nomi, potrebbero verificarsi tre cambi rispetto a domenica scorsa, con Gazzi al posto di Jajalo e Balogh, che ha favorevolmente impressionato nei minuti giocati contro i bergamaschi colpendo anche un palo, al posto di Embalo. Il terzo assente sarà Pezzella. Al suo posto dovrebbe scendere in campo Aleesami.

Riassumendo, la probabile formazione del Palermo dovrebbe essere composta da Posavec; Rispoli, Gonzalez, Goldaniga, Aleesami; Bruno Henrique, Gazzi, Chochev; Balogh, Nestorovski, Trajkovski. Dall’altra parte c’è una squadra in gran forma, che in casa appare imbattibile. Allegri dovrebbe adottare il modulo 4-2-3-1, collaudato nelle ultime partite, con Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Rugani, Alex Sandro; Pjanic, Marchisio; Cuadrado, Dybala, Pjaca; Higuain.

Tiene banco, intanto, la trattativa con il fondo statunitense interessato ad acquistare la società di Viale del Fante. Sembra che i rappresentanti del fondo intendano accelerare le procedure per concludere l’accordo entro il mese di marzo. Sarebbe loro intenzione acquisire il pacchetto di maggioranza, lasciando all’attuale proprietà una quota di minoranza. Nei progetti del fondo statunitense ci sarebbe anche la realizzazione del nuovo stadio e del centro sportivo.

Che sia la volta buona per Zamparini di passare la mano?

Commenti