Ilas, la punta di un iceberg. Fitbull, orgoglio siciliano sul ring

Ilas, la punta di un iceberg. Fitbull, orgoglio siciliano sul ring

CATANIA – Il prossimo 7 novembre sarà impegnato nei campionati italiani di boxe a Mondovì, in Piemonte. Si tratta di Remus Ilas, campione regionale dei 54 kg all’età di 13 anni e dopo appena otto mesi di allenamento. Il segreto, oltre alla sua dedizione negli allenamenti, sta in chi ci sta dietro.

Parliamo di Giovanni Cavallaro e dei suoi assistenti Giuseppe Platania e Daniele Frisina, allenatori della palestra Fitbull, rappresentante la società pugilistica Raging Bull Catania. La struttura sportiva, che si trova nella zona di San Berillo, regala tante soddisfazioni ai suoi atleti ed alla boxe catanese. Dal ring della Fitbull, infatti, è uscito anche Salvatore Cavallaro, oggi in forza alle Fiamme Oro ed uno dei migliori pugili mediomassimi ad appena 19 anni. Fino ad ora, Cavallaro ha raccolto 58 vittorie in quasi 70 incontri disputati, due riconoscimenti come miglior atleta in alcuni tornei e 5 medaglie d’oro a livello nazionale nelle categorie giovanili. Con la nazionale, invece, 5 riconoscimenti in oro e e due di bronzo, uno dei quali ai mondiali. 

Ma non solo la categoria maschile, anche quella femminile è molto seguita dalla Fitbull, che ha in Chiara Calì una delle sue migliori atlete. Insomma, un orgoglio etneo e siciliano, che, sicuramente, continuerà a sfornare grandi talenti coi guantoni.

Commenti