Giro d’Italia a Pedara: il countdown è iniziato

Giro d’Italia a Pedara: il countdown è iniziato

PEDARA – Trenta i tir della carovana che arriveranno a Pedara in occasione della partenza della quinta tappa della centesima edizione del Giro d’Italia: manifestazione ciclistica più importante  a livello nazionale. La città alle falde del vulcano si prepara al meglio predisponendo piani viari ad hoc, info point, siti, pagine facebook e frizzanti manifestazioni collaterali che per tutta la settimana coinvolgeranno cittadini, commercianti, studenti ed avventori. Non accadeva dal 2011, quando Pedara fu attraversata dai grandi corridori su due ruote; stavolta però la città è protagonista in quanto città di tappa con lo start ufficiale da piazza Don Diego mercoledì 10 maggio alle 13.15 quando il gruppo di bikers si muoverà verso il chilometro zero su via Etnea per dare il via alla competizione agonistica. Stamani, nel centro Expò, la presentazione della grande macchina organizzativa che sta coinvolgendo amministrazione comunale, tecnici, comitato tappa,  scuole, forze dell’ordine, volontari. Tutti insieme per creare un contorno che possa arricchire l’evento che segnerà la storia di Pedara. Sarà una rivoluzione a livello viario, e a tal proposito è stata diramata una cartina che informa sulle strade del circuito, che nella giornata del Giro saranno interessate dalle ore 15 di giorno 9 alle 19 del 10:

Piazza Don Diego, via Santa Caterina, Via Roma Via Ammiraglio Toscano, Via Tomaselli, corso Ara di Giove, piazza Don Bosco, via Don Bosco, piazza del Popolo, Parcheggio Auteri, via Papa Giovanni XXIII, via Collegio, Via Rua Sant’Antonio, Via delle Ginestre, via Etnea, Via Luigi Pirandello, via Luigi Capuana, via Sottomonte, via Ombra, viale dello Sport, via Pizzo Ferro, via Simone del Pozzo.

Intanto in questi giorni si respira aria di festa con cartelloni che preannunciano il grande evento e con il fermento per le manifestazioni di contorno. Si parte sabato 6 maggio con la Notte Rosa, durante la quale ci saranno negozi aperti, locali con tavoli all’aperto e spettacoli di intrattenimento, tra questi quello curato da Etna Sicil Bike, con concerti di cover band lungo corso Ara di Giove, da piazza Don Diego fino a piazza Sant’Antonio passando per piazza Don Bosco. Sarà un susseguirsi di celebrazioni, l’indomani infatti, domenica 7 maggio, si terrà Pedara pedala in Rosa, allegra passeggiata in bici per le vie della città con partenza davanti al municipio. Un modo per assaporare parte del percorso che poi i campioni percorreranno durante il via ufficiale. Inoltre domattina i ragazzi dell’istituto comprensivo Salvatore Casella eseguiranno una coreografia per salutare il Giro che sarà proiettata proprio in concomitanza dello start mercoledì prossimo.

Per i bimbi della primaria anche il concorso Bici Scuola indetto a carattere nazionale dagli organizzatori del Giro. Tre le classi, la V B del plesso G. Faro, la II F e la II D del plesso Monsignor Pennisi seguite rispettivamente dalle insegnanti Giovanna Conti, Angela Calì e Maria Cristina Scuderi, che saranno premiate tra giorno 9 a Nicolosi e giorno 10 a Pedara quando il giro si muoverà verso Messina in occasione dell’arrivo. In Municipio sarà attivo il COC, centro operativo comunale ed i volontari della Misericordia di concerto con carabinieri e vigili urbani, faranno si che tutto si svolga in sicurezza. Commercianti in gara come i ciclisti anche se di rosa i negozianti dovranno abbellire le vetrine: a quella più originale una targa e l’opportunità di vedere da vicino i beniamini del ciclismo d’alto livello. Due grandi villaggi per calarsi al meglio nel Giro d’Italia saranno dislocati negli spazi davanti al Circolo Unione e di fronte al Municipio. Alla conferenza di stamani erano presenti tra gli altri il sindaco Antonio Fallica, gli assessori Marina Consoli e Leonardo Laudani, Alfio Cristaudo del comitato tappa, Mario Laudani presidente del consiglio comunale, la dottoressa Gaetana Toscano. A portare i suoi saluti anche l’assessore regionale allo Sport Turismo e Spettacolo Anthony Barbagallo che ha dichiarato:

È un’emozione straordinaria per tutti i pedaresi, abbiamo il mondo che ci guarda, sono centonovanta i paesi collegati non solo per seguire un evento di grande sport ma ci sarà anche grande attenzione verso le bellezze artistiche ed architettoniche, turistiche e paesaggistiche di Pedara. Sono convinto – continua Barbagallo – che bisogna stringere  i rapporti tra la Sicilia e la Corsa Rosa, infatti l’8 maggio a Catania ci sarà anche l’inaugurazione di una attesissima mostra al rettorato”.

Entusiasta il sindaco Fallica: “Siamo curiosi per un evento più unico che raro, siamo orgogliosi e lieti di potere ospitare questo straordinario evento, ci stiamo preparando al meglio con attrazioni e misure di sicurezza per tutti coloro che vorranno vivere questi giorni di festa a Pedara. Il 10 maggio sarà una data da scrivere negli annali della storia del paese, siamo pronti ed aspettiamo con trepidazione. Il ciclismo è quello sport che da più senso al rapporto fra la sofferenza, con salite anche sfiancanti e percorsi ardui, e la gioia per il piazzamento. L’Italia ha i suoi grandi esempi, miti che sempre più dilettanti cercano di emulare anche nel nostro paese”.

L’assessore al Commercio ed alla Pubblica Istruzione Marina Consoli: “I commercianti sono in fermento per il concorso al quale hanno già aderito in circa una ventina e poi c’è tanto entusiasmo tra i nostri alunni protagonisti del Giro d’Italia con i loro elaborati su temi ambientali, di educazione stradale ed alimentare: grazie al loro impegno hanno dimostrato come  questa manifestazione sia la perfetta fusione di sport, vita sana e rispetto delle regole”.

Stiamo lavorando in stretta sinergia – ha concluso l’assessore allo Sport e Tempo Libero Leonardo Laudaniaspettiamo questo grande momento e siamo felici di non avere un minuto di respiro. Pedara è in grado di ospitare il Giro d’Italia perché in questi anni si è lavorato affinché si potessero accogliere manifestazioni di questa portata”.

Commenti