Catania, Rosina: “Ho fiducia in questa squadra, a Pescara per vincere”

Catania, Rosina: “Ho fiducia in questa squadra, a Pescara per vincere”

CATANIA – Si avvicina la trasferta di Pescara dopo la mezza delusione per non essere riuscito il Catania ad incamerare tre punti che sarebbero stati molto importanti contro il Crotone allo stadio Angelo Massimino. Nel frattempo s’interrompe il silenzio stampa nella sponda rossoazzurra della Sicilia e parla, a Torre del Grifo Village, Alessandro Rosina.

Rosina è perfettamente consapevole dell’importanza che racchiude la gara in programma allo stadio Adriatico e speranzoso di conquistare la prima vittoria esterna della stagione. ”Sappiamo che c’è una differenza di punti evidente in casa rispetto alle gare esterne. Sarebbe importante vincere per la prima volta in trasferta. Sono sicuro che a Pescara faremo bene, rispettando il valore di un ottimo avversario. Il Catania è squadra tosta e caparbia, per risalire la classifica bisogna fare risultato anche lontano dal Massimino”.  

Si respira un’aria nuova a Catania dopo gli innesti effettuati sul mercato e l’approdo di Dario Marcolin sulla panchina etnea. “Marcolin ha cambiato il sistema di gioco, puntiamo sempre a rimanere compatti sia quando attacchiamo che quando difendiamo. Sono stati reperiti sul mercato giocatori nuovi, che conosco bene, tutti motivati a risollevare il Catania e che hanno accettato con entusiasmo il trasferimento in Sicilia nonostante le difficoltà di classifica. Ci tengo a precisare, comunque, che chi è andato via ha dato il massimo per questi colori e, semplicemente, non è riuscito ad ottenere quello che avrebbe voluto”.

Rosina torna brevemente sulla gara pareggiata in extremis lunedì sera al cospetto del Crotone. “Abbiamo incontrato maggiori difficoltà sul piano tattico. Ci piace muovere la palla tra le linee, lo abbiamo fatto bene anche stavolta ma, rispetto alle precedenti gare vinte con Pro Vercelli e Perugia, è stato più difficile trovare spazi perché l’avversario ha evidenziato una buona organizzazione difensiva. Il Catania ha avuto il merito di provare ad attaccare fino alla fine con lucidità”.

Nonostante il mancato successo, tuttavia, il fantasista rossoazzurro non smette di credere nella risalita del Catania in classifica. “Non ho mai smesso di crederci. Anche quando ci trovavamo in mezzo a mille difficoltà nella prima parte del campionato. Continuo a guardare con fiducia al futuro perché so di fare parte di un gruppo tosto e caparbio. Basta poco per risalire, la classifica è corta. Possiamo ingranare la marcia giusta nel giro di poche partite”.

Tornando a soffermarsi sulla trasferta di Pescara, Rosina preferisce concentrare le proprie attenzioni sul Catania, non sull’avversario abruzzese. “Siamo artefici del nostro destino, sappiamo di potere mettere paura a qualsiasi squadra cadetta ma non dimentichiamo che è il campo a parlare. Possiamo sostenere che il Catania è forte, lo diciamo dall’inizio della stagione. Eravamo convinti di stravincere il campionato, invece sono state pronunciate altre parole dal campo. Dimostriamo con i fatti di essere fatti perché, finora, abbiamo deluso le aspettative”.

Commenti