Catania: ritorno alla vittoria. Straordinario Augusta

Catania: ritorno alla vittoria. Straordinario Augusta

CATANIA – Sabato importante per le siciliane impegnate nel campionato di Serie A2: il Catania, nuovamente guidato da Chillemi, richiamato in settimana, ospita il fanalino di coda Roma Torrino, mentre l’Augusta parte per Genzano di Roma, per una trasferta molto difficile. Giornata di riposo, invece, per l’Acireale, impegnato nella Final Eight di Coppa Italia Under 21.

A giocare per prima, in ordine cronologico, è l’Augusta, che sa di affrontare una squadra d’altissimo livello e attrezzata per la promozione. La Cogianco Genzano ha oggi l’ultimo treno disponibile per inseguire l’Atletico Belvedere, mentre per i neroverdi potrebbe concretizzarsi, in caso di vittoria, il terzo posto. La gara è equlibrata, con la Cogianco in possesso della sfera e l’Augusta che si difende bene. I padroni di casa non trovano molti spazi ed a sbloccare il risultato sono gli ospiti, grazie alla 33ª rete in campionato di Jorginho, al 09’38’’. La seconda in classifica non ci sta, spinge il piede sull’acceleratore e, al 16’33’’, ottiene il pareggio con Lucas, che batte Juninho per il gol dell’1-1, con il quale si conclude il primo tempo. La ripresa inizia con una Carlisport da paura: dopo appena trentotto secondi, i padroni di casa trovano il 2-1 con Cornejo Ruben, seguito a ruota, dopo meno di cinque minuti, da Borsato, autore del doppio vantaggio. I neroverdi appaiono in seria difficoltà, ma ancora Jorginho riesce a riaprire i giochi con un gol dei suoi. La Cogianco continua ad attaccare e trova anche la rete del 4-2, frutto della doppietta di Ruben, il migliore in campo per la sua squadra, al minuto 14’04’’. Con i laziali sul doppio vantaggio, l’Augusta reagisce e compie un altro dei tanti miracoli stagionali: infatti, Scheleski, al 16’49”, e Ortisi a ventitré secondi dal triplice fischio, riequilibrano il match sul 4-4, risultato definitivo con il quale le due compagini si dividono la posta in palio. Punto che sa di vittoria, per com’è andata la gara, ad un Augusta che stupisce sempre di più ogni turno che passa.

Grande giornata anche per il Catania Librino, che in settimana ritrova il tecnico Chillemi. La squadra del presidente Marletta dà una grande scossa all’ambiente, anche quello comunale, non vicino ad una squadra che meriterebbe più attenzione. Il primo tempo inizia con il vantaggio rossazzurro di Rizzo, subito pareggiato dal gol del giovane Zito, dopo soli quattro minuti. Il pareggio è un illusione, in quanto i padroni di casa bombardino la porta avversaria e segnino altre cinque volte, due con Rizzo, che sigla quindi una tripletta, due con Silveira e una con Fantecele. Da segnalare il momentaneo 4-2 causato dall’autorete di Corvatta, che fa sì che il primo tempo finisca sul 6-2. La ripresa si svolge su ritmi più bassi, il Catania amministra e la Roma Torrino non riesce a fare più del gol del 3-6, che non lede la squadra di casa, la quale torna alla vittoria dopo un brutto digiuno. “Finchè la matematica non ci condanna, lotteremo fino alla fine” ha detto l’estremo difensore Corvatta in settimana riguardo ai play-off, e la sensazione che hanno dato oggi i rossazzurri è proprio quella di un gruppo unito che non ha intenzione di cedere un centimetro a nessuno. 

Alessio Patti

Commenti