Catania, il momento magico prosegue. Contro la Ternana bastano due gol

Catania, il momento magico prosegue. Contro la Ternana bastano due gol

CATANIA – Una buona presenza di pubblico allo stadio Angelo Massimino fa da cornice alla partita Catania-Ternana, conclusasi con il risultato di 2-0. Curva Nord in silenzio per la piccola Smeraldina, ma è tutto lo stadio che manifesta rispetto, anche attraverso cori e striscioni. Lo stesso succede nella Sud, che però opta per tifare regolarmente. Sul rettangolo di gioco, invece, dopo avere rispettato un minuto silenzio, le due squadre si confrontano con grande agonismo. Inizialmente meglio la Ternana, più organizzata e pericolosa nelle ripartenze.

Con il passare dei minuti, però, il Catania, non sempre lucidissimo, macina gioco e si affaccia più di frequente nella metà campo avversaria mantenendo il pallino del gioco. Praticamente inoperoso Gillet, ma al 36’ trema quando Avenatti, di testa, conclude di pochissimo a lato. Nemmeno Brignoli corre molti rischi, tuttavia quando il Catania preme sull’acceleratore genera ansia nella retroguardia ternana, in assoluta emergenza per via delle numerose defezioni. Nel finale aumentano progressivamente i tentativi di cross verso l’area di rigore umbra. Proprio attraverso uno di questi, al 45’, il Catania riesce a sbloccare il risultato.

Lo fa attraverso una deviazione vincente di Maniero, bravo ad anticipare tutti sfruttando il meraviglioso assist “pennellato” da Rosina. Non c’è scampo per Brignoli e si conclude così il primo tempo, tra i fischi sonori del Massimino all’indirizzo dell’arbitraggio non eccelso del Sig. Ghersini. Che non convince nemmeno quando, al 58’, non concede al Catania un rigore parso netto. Al minuto 68, invece, il neo entrato Castro, che sostituisce un applauditissimo Maniero, si vede respingere una bella conclusione da Brignoli.

Nel corso della ripresa la Ternana prova ad attaccare con maggiore convinzione ma, così facendo, concede varchi invitanti al Catania. I rossoazzurri ci vanno a nozze e trovano nuovamente la via del gol. Stavolta l’assist pregevole è di Calaiò, che pesca Castro abile ad inserirsi sul filo del fuorigioco, per poi cavalcare verso l’area di rigore rossoverde e battere Brignoli con un tocco di classe. Applausi a scena aperta per la squadra dell’Elefante, mentre la Ternana s’innervosisce e fatica a rialzare la testa. Importante sottolineare quanto risulti devastante Castro per la lenta retroguardia ospite.

In gran forma il ‘Pata’, autentico valore aggiunto per questo Catania. Nei successivi minuti di gara, i padroni di casa si limitano sostanzialmente a gestire il vantaggio ripartendo in contropiede. La Ternana, invece, mette in mezzo un paio di palloni interessanti nella speranza che qualcuno la butti dentro, ma la difesa etnea è perfettamente registrata. Al termine dei 5 minuti di recupero, i ragazzi di Marcolin possono festeggiare la quinta vittoria consecutiva portandosi a quota 47 punti.

CATANIA-TERNANA, TABELLINO PARTITA

MARCATORI: 45’ Maniero, 77’ Castro

CATANIA (4-3-1-2): 1 Gillet; 18 Del Prete (90’ Sauro), 5 Schiavi, 45 Ceccarelli, 43 Mazzotta; 42 Coppola (85’ Odjer), 21 Rinaudo, 8 Escalante; 10 Rosina; 9 Calaiò, 7 Maniero (63’ Castro). A disp: 12 Terracciano, 15 Sauro, 24 Capuano, 28 Parisi, 6 Martinho, 39 Odjer, 20 Chrapek, 24 Piermarteri, 18 Castro, 34 Rossetti. All. Marcolin

TERNANA (5-3-2): 22 Brignoli; 24 Dianda (65’ Crecco), 2 Janse, 13 Fazio, 4 Valjent, 3 Vitale; 7 Gavazzi, 10 Viola (77’ Falletti), 27 Eramo (53’ Palumbo); 20 Avenatti, 9 Ceravolo. A disp: 1 Sala, 14 Gagliardini, 23 Russo, 26 Crecco, 28 Palumbo, 11 Falletti, 15 Bojinov, 19 Dugandzic. All. Tesser

Arbitro: Davide Ghersini di Genova

Ammoniti: Maniero, Vitale, Del Prete, Palumbo, Falletti

Commenti