Catania, è caos totale: Petrone si è dimesso, squadra affidata a Pulvirenti

Catania, è caos totale: Petrone si è dimesso, squadra affidata a Pulvirenti

CATANIA – Mario Petrone non è più il tecnico del Catania.

Fulmine a ciel sereno verrebbe da dire, in realtà però proprio di serenità non si parla in casa rossazzurra dopo la brutta sconfitta in casa contro il Melfi (0-2, ndr). Il tecnico ex Ascoli ha infatti rassegnato le dimissioni di sua spontanea volontà.

Tre partite da allenatore rossazzurro: male in casa, ottenendo un punto in due partite contro Taranto e Melfi, bene in trasferta con la vittoria di Messina.

Questo il comunicato ufficiale apparso sul sito della squadra etnea: “Il Calcio Catania rende noto che l’allenatore Mario Petrone ha rassegnato oggi, in tarda mattinata, le proprie irrevocabili dimissioni dall’incarico di responsabile tecnico della prima squadra. Con Petrone, si è dimesso anche l’allenatore in seconda Cristian La Grotteria. Il Calcio Catania ringrazia i due tecnici per il lavoro svolto, augurando loro le migliori fortune personali e professionali, e comunica di aver affidato la conduzione della prima squadra, già in occasione della seduta pomeridiana odierna, al signor Giovanni Pulvirenti. Giovedì 9 marzo alle 11.00, in sala stampa, l’Amministratore Delegato Pietro Lo Monaco incontrerà i giornalisti e gli operatori dell’informazione”. 

Così invece l’ad Pietro Lo Monaco, che ad ItaSportPress ha dichiarato: “Petrone aveva raccolto poco nelle partita in cui è stato in panchina. Ha preferito dimettersi e adesso darò spazio a Pulvirenti che dal Lecce in poi si occuperà della prima squadra. Nessuna ipotesi di ritorno di Rigoli”.

L’allenamento pomeridiano è stato dunque diretto da Giovanni Pulvirenti, tecnico della Berretti, che sarà dunque il “traghettatore” da Lecce in poi. 

Commenti