Berretti, al via la Fase Finale: Catania nel Girone E, si parte il 6 maggio

Berretti, al via la Fase Finale: Catania nel Girone E, si parte il 6 maggio

Tempo di bilanci per le giovanili siciliane, in particolare della Berretti: se finora ci siamo occupati della cavalcata del Catania prima di Giovanni Pulvirenti e adesso di Gaetano Bellia, commentiamo anche la stagione di Messina, Siracusa e Akragas che non hanno raggiunto i play-off.

Questa, infatti, la classifica finale: Juve Stabia 50, Catania 45, Paganese 41; Messina 29, Cosenza 27, Catanzaro 25, Akragas 25, Siracusa 22, Casertana 20, Vibonese 14; Reggina 14.

La stagione del Messina si è chiusa con la giornata di riposo, ma in precedenza l’ultima gara si era conclusa con un bel successo per 3-0 in casa della Reggina. Una sconfitta invece per l’Akragas, ko 3-1 a Caserta. Siracusa che ha chiuso a quota 22 punti con un pari a Catanzaro per 1-1.

Al Catania, invece, è andato lo scontro diretto interno contro la Paganese, confermando ancora una volta l’imbattibilità tra le mura amiche di Torre del Grifo: vittoria non semplice ma ottenuta con il risultato di 2-1.

Un distacco netto tra la terza classificata, la Paganese, e la quarta, appunto il Messina, che può ritenersi soddisfatto di essere la prima tra quelle squadre che probabilmente giocavano un campionato a parte vista la forza delle tre davanti. Ma la differenza è comunque di 11 punti. Non tantissimi problemi per Akragas e Siracusa, che si collocano tra le posizioni più basse della graduatoria ma con un vantaggio rispettivamente di 11 e 8 punti sull’ultima in classifica.

Record assoluto del Catania in casa, che su 10 partite ha ottenuto il massimo del punteggio (30 punti), essendo in generale anche il miglior attacco del torneo con 45 reti e la squadra meno battuta (una sola sconfitta). Alla Juve Stabia invece il premio di miglior difesa con 12 reti.

Più goal subiti che fatti per le altre tre siciliane: Messina (25 contro 27), Akragas (31 contro 34) e Siracusa (23 contro 30). Una stagione che ha comunque fatto crescere dei potenziali talenti, come ad esempio Sicurella in casa Akragas che ha già esordito in Lega Pro con tanto di rete al Fondi all'”Esseneto”, o Filippo Caternicchia.

Concentriamoci adesso sui play-off di questo torneo. Le squadre del Girone E che hanno accesso alla fase di qualificazione sono Juve Stabia, Catania e Paganese. Ecco però quali sono tutte le squadre classificate, suddivise per gironi in questa grafica:

1493536564429

I rossazzurri, dunque, fronteggeranno nuovamente la Paganese ma dovranno vedersela con il Lecce. Sorteggiata anche la prima giornata, che vedrà ancora una volta Catania-Paganese di scena.

Ogni squadra effettuerà una gara interna ed una esterna. Ai quarti di finale passeranno tutte le prime classificate dei sei gironi più le due migliori seconde. Dopo aver sorteggiato la prima giornata, questo sarà l’andamento per le altre due giornate:

Seconda giornata: riposerà la squadra che ha vinto la prima gara. Nel caso in cui quest’ultima dovesse terminare in parità, a scontare un turno di riposo sarà la squadra che ha giocato in trasferta.

Terza giornata: si disputerà tra le due squadre che in precedenza non si sono affrontate.

In caso di parità del punteggio nella classifica finale si terrà conto, seguendo quest’ordine, della Differenza Reti, Maggior Numero di Reti Segnate, Maggior Numero di Reti Segnate nella Gara Esterna. A parità di tutto ciò, si procederà per sorteggio.

Le sfide dei Gironi di qualificazione si disputeranno dal 6 al 20 maggio.

Alcuni ragazzi della Berretti del Catania però potrebbero saltare questa sfida, visto che il 7 maggio è prevista l’ultima giornata di campionato di Lega Pro che vedrà la prima squadra etnea sul campo della Casertana. Tutto dipenderà dal tecnico Giovanni Pulvirenti quando diramerà la lista dei convocati per la trasferta in Campania.

Commenti