Sala Magma presenta nuovo cartellone: stagione 2015/2016 affidata a Pidone

Sala Magma presenta nuovo cartellone: stagione 2015/2016 affidata a Pidone

CATANIA – La Sala Magma di Catania, dopo i consensi raccolti all’estero dal maestro Salvatore Daniele Pidone, si appresta a preparare il nuovo cartellone teatrale, “Fuorischema“. L’allestimento della stagione 2015/2016 sarà interamente affidato proprio a Salvatore Daniele Pidone, reduce da una fortunata tournée che l’ha visto calcare le scene in Canada.

Oltreoceano, a London, il maestro ha raccolto parecchi consensi, soprattutto quando con la sua chitarra ha accompagnato la violoncellista italo – canadese Alexis Castrogiovanni, esibitasi nell’ “Ave Maria” di Gounoud. A fine concerto, dopo aver riprodotto con il suo strumento alcuni dei brani più noti di artisti e compositori quali Weiss, Bach, Giuliani, Paganini, Sor, DeFalla, Malats, Lauro e Albènz, il pubblico ha deciso di salutare Salvatore Daniele Pidone con una lunga standing ovation. Infine Damiana Bratuz, docente della Western University, ha invitato l’acclamato musicista siciliano a visionare alcuni spartiti di Gustav Mahler conservati nel museo del campus. Il maestro ha poi proseguito il suo tour in altre città canadesi, riscuotendo sempre grande successo: a Montreal ad esempio ha preso parte ad una importantissima manifestazione volta a valorizzare le eccellenze italiane nel mondo, la “Settimana italiana nel Quebec“.

fuorischema catania canada

Ritornato a Catania, il maestro Salvatore Daniele Pidone è stato chiamato a curare il cartellone 2015/2016 presentato dalla Sala Magma: “Fuorischema“, questo è il nome con cui è stata ribattezzata la nuova stagione, conterrà inediti e prime rappresentazioni, spettacoli fuori abbonamento e momenti musicali, insomma un’offerta più che variegata.

Si inizierà il prossimo 13 novembre con “L’uomo che aspetta“, spettacolo di Antonio Caruso per la regia di Salvo Nicotra (in replica il 14, il 15, il 21 ed il 22 dello stesso mese), per poi proseguire l’11 dicembre con “13 a tavola“, piéce di Marc Gilbert Sauvajon con la regia di Luigi Favara (in replica poi il 12, il 13, il 19 ed il 20 dello stesso mese). Il cartellone poi proseguirà il 12 febbraio con “Il portafoglio – Intervista“, due atti unici di Octave Mirbeau per la regia di Alfio Guzzetta (in replica il 13, il 14, il 20 ed il 21 dello stesso mese), il 4 marzo (in replica il 5, il 6, il 12 ed il 13 dello stesso mese) sarà invece la volta di “Ricordo di un campesiño” diretto e ideato da Luigi Favara. Bisognerà attendere il 15 aprile (poi il 16, il 17, il 23 ed il 24 dello stesso mese) per “Il fruscio del tempo” due atti unici per la regia di Salvo Nicotra tratti rispettivamente da “L’uomo dal fiore in bocca” (Luigi Pirandello) e “L’ultimo nastro di Krapp” di Samuel Beckett). La stagione 2015/2016 della Sala Magma si concluderà il 13 maggio (con replica il 14, il 15, il 21 ed il 22) con “La borghese di Orleans” ideato e diretto da Alfio Guzzetta.

Commenti