“Oratorio di resurrezione” alla Sala Magma di Catania

“Oratorio di resurrezione” alla Sala Magma di Catania

CATANIA – «Quattro voci si confrontano sulla creazione e sul nostro destino. È un percorso di crescita, sacrificio e perenne stupore. E il filo che attraversa la storia e il nostro pensiero ci lega a una promessa incomprensibile, perché se ogni divenire sembra diretto inesorabilmente al proprio annientamento, l’oscurità irrimediabile in cui ogni creatura è immersa si accende misteriosamente di un bagliore che nulla ha di terreno. E il dolore diviene canto, improvvisa gioia». Ecco da domani venerdì 27 marzo una novità assoluta alla Sala Magma di Catania, sita in via Adua 3. Nato dall’ispirata penna di Renato Pennisi, “Oratorio di Resurrezione” è un testo intenso che trova nell’attenta e sapiente regia di Salvo Nicotra una incarnazione tanto viscerale quanto trascendente, che di certo inchioderà gli spettatori alle sedie.

Ottimo il cast: in scena vedremo un interprete di prim’ordine, Antonio Caruso (che collabora anche alla regia ed ai costumi), affiancato da 3 attori tanto giovani quanto già esperti ed affermati: Francesca Fichera, Antonio Starrantino e Sabrina Tellico. Una interpretazione, la loro, vissuta con fortissima partecipazione fisica e psicologica. Suggestivo il commento musicale, meticolosamente diretto da Salvo Disca. Dietro le quinte preziosa la collaborazione organizzativa di Alfio Guzzetta, e la direzione di scena di Orazio Indelicato.

Una attenta e meticolosa preparazione di un lavoro di sicuro successo: l’appuntamento è quindi per domani, venerdì 27 marzo alle 21 con repliche sabato 28 marzo allo stesso orario e domenica 29 alle 18. Il biglietto d’ingresso è di 10 euro (ridotto 8 euro). Lo spettacolo è parte della stagione teatrale 2015 della Sala Magma, storico “piccolo tempio” del teatro e della musica a Catania.

Commenti