Musica come strumento sociale: il successo di Vincenzo Cutietta

Musica come strumento sociale: il successo di Vincenzo Cutietta

PALERMO – Temi sociali attuali e riflessione sulla società di oggi: sono questi i tratti distintivi dei testi di Vincenzo Cutietta, che dal prossimo 9 febbraio vedrà il suo brano “La guerra non c’è” in vendita nei negozi digitali.

Vincenzo, 32 anni, da tempo scrive testi impegnati, che non sono passati inosservati a Maria Nucatola, presidente di “Italian Award Discography”. Nel 2014, infatti, è la stessa Nucatola a sostenere il suo progetto e a presentarlo alla MTM Metamorfosi di Carmen Villalba.

Il brano, arrangiato da Sabatino Salvati e registrato all’Up Music di Milano è stato presentato anche alle selezioni di “Sanremo Giovani 2016”, ottenendo un ottimo riscontro di critica e pubblico.

La canzone parla di un bambino che ha aspettato per tutta la vita il padre che tornasse dalla guerra, ma, diventato grande, scopre che in realtà è morto per salvare la vita di molte persone. L’unico ricordo che gli rimane è una medaglia. Il messaggio più profondo è spiegato dallo stesso autore: “Il grido del bambino è verso il mondo, affinché possa liberarsi dalla guerra”.

In attesa dell’uscita sui digital store, il brano è già in rotazione musicale su molte stazioni radio.

Commenti