Milazzo, Trifiletti incantato da “Adesso o mai più”

Milazzo, Trifiletti incantato da “Adesso o mai più”

MILAZZO – “Adesso o mai più“, ecco lo spettacolo che è stato messo in scena ieri 29 dicembre al Teatro Trifiletti dalla collaborazione tra l’associazione teatrale milazzese “Buona la Prima” e la compagnia “Rodgers & Hammerstein“.

Uno spettacolo rock in due atti con band, ensemble di danza e cantattori dal vivo. Diretto da Marco Gitto e tratto da “RENT: No day but Today” di Jonathan Larson (1996) e da “La Bohème” di Giacomo Puccini (1896).

Otto i cantattori protagonisti, tra cui Carmelo Genovese e Claudio Guardì, le cui voci hanno regalato momenti ironici ma anche riflessivi.

Marco Mondì nei panni dell’aspirante regista Mark con macchina da presa ed un documentario in preparazione sui quartieri degradati di fine anni ’90, dà inizio al canovaccio: storie intrecciate di amori, dolori, droga e Aids.

Salvo Cappellano è Roger, rocker che finisce per cedere all’amore di Mimì – Licia Allegra – che lotta contro la morte e vince. Nancy Cicero è Joanne, manager innamorata della sua artista Maureen, l’energica Giada La Rosa, che interpreta il ruolo di un’estrosa ragazza facile alle tentazioni.

E poi c’è la storia di Collins, Giorgio Puglisi, e Angel, Giuseppe Brancato, che si amano nonostante i pregiudizi e la malattia che li travolge. Infine Benny – Luca Stella – che diventa nemico dei suoi ex coinquilini a cui chiede l’affitto, ma il finale è consolatorio e tutti gli amici si ritrovano insieme a “misurare la loro vita in Amore”.

Coinvolgente la band dal vivo formata da Giuseppe Guerrera, Antonio Stella, Fabrizio Marcellino, Piero Lamancusa e Peppe Pullia, e diretta dallo stesso Guerrera che ha accompagnato ogni momento del musical, trascinando il pubblico in un travolgente viaggio nel rock.

A completare l’opera teatrale è stata l’ensemble di danza che ha eseguito le coreografie di Sharon Nicosia diventando un tutt’uno con gli attori (Erika Chillemi, Claudio Maio, Valeria Maisano, Chiara Marino, Sharon Nicosia).

Uno spettacolo “a tutto tondo” dove attori e collaboratori hanno dimostrato come talento, passione e impegno possano davvero portare lontano, facendo onore ad una realtà siciliana impegnata in prima linea anche in ambito sociale.

Infine è importante sottolineare che parte degli incassi della serata sono stati devoluti alla LILA (Lega Italiana per la Lotta all’Aids) per il progetto “Susy Costanzo”, impegnato a diffondere le cure mediche in Paesi che ne sono sprovvisti come l’Africa.

Commenti