“Gioco di specchi”: Sancho Panza e Don Chisciotte secondo Stefano Massini

“Gioco di specchi”: Sancho Panza e Don Chisciotte secondo Stefano Massini

PALERMO – Il Teatro Libero di Palermo ospiterà dal 26 al 28 novembre (ore 21.15) lo spettacolo “Gioco di specchi“.

L’opera, nata dall’estro creativo del drammaturgo Stefano Massini, trae spunto dagli intriganti racconti di Cervantes e pone in scena le leggendarie, quasi epiche, figure di Sancho Panza e Don Chisciotte. Stavolta però lo spettatore non dovrà assistere alle strampalate lotte dell’hidalgo e ai ripetuti tentativi del suo scudiero di riportare il padrone con i piedi per terra: Don Chisciotte e Sancho Panza si interrogheranno infatti sull’esistenza, sul senso della vita e della permanenza dell’uomo sulla Terra.

 “Gioco di specchi” è ambientato in una notte che racchiude in sé delle atmosfere ineffabili e misteriose e, contemporaneamente, catapulta lo spettatore nella dimensione magica, a tratti profetica, ma comunque onirica della notte e del sogno. Attendendo l’alba, sospesi tra Beckett e due clown, Don Chisciotte e Sancho Panza si lasciano andare ad un duello di idee, ad un dibattito dialettico che esplora l’animo umano, ad un’ispezione dei mostri che si annidano nelle coscienze di piccoli e grandi uomini.

Il dialogo ideato da Stefano Massini, da molti ritenuto uno dei migliori drammaturghi italiani dell’epoca attuale, si muove in perfetto equilibrio tra l’ironia ed il dramma, tra la riflessione filosofica e l’arguzia che inevitabilmente deriva dalle esperienze di vita. Interessante la scelta operata dal regista, Ciro Masella, di alternare sera dopo sera gli interpreti dei due personaggi: “Gioco di specchi” vede lo stesso Ciro Masella e Marco Brinzi calarsi una volta nei panni di Sancho Panza e Don Chisciotte e, la volta successiva, scambiarsi il copione. 

Commenti