Classica & Dintorni 2015: inaugurazione affidata alla Etna Wind Orchestra

Classica & Dintorni 2015: inaugurazione affidata alla Etna Wind Orchestra

CATANIA – Il 12 settembre negli splendidi saloni del Castello Ursino di Catania prenderà il via la XII edizione di Classica & Dintorni, Festival internazionale di musica da camera, jazz e tradizioni organizzato dall’Associazione Culturale Darshan con il patrocinio e il contributo dell’Assessorato Regionale al Turismo, Sport e Spettacolo e dell’Assessorato ai Saperi e alla Bellezza condivisa del Comune di Catania.

La nota rassegna musicale, sotto la direzione artistica di Ketty Teriaca, si svolgerà fino al 30 ottobre e vanterà la presenza d’ospiti d’eccezione e di graditi ritorni. L’inaugurazione del festival sarà affidata il 12 settembre alla Etna Wind Orchestra accompagnata dalla voce di Giulia La Rosa, diretta dal maestro Salvatore Mangano e che eseguirà composizioni musicali di Gershwin, Armstrong, Morricone, Lennon e McCartney.

La Etna Wind Orchestra, nota anche come l’Orchestra di Fiati dell’Etna, si è sviluppata nel contesto ionico-etneo a partire dal 2006 e ispirandosi al panorama bandistico europeo è riuscita a svolgere un’attività innovatrice e avanguardistica che è stata subito apprezzata. Infatti attraverso l’impegno del Presidente, Carmelo Dovara, e la guida artistica del maestro Salvatore Mangano, ha ricevuto importanti riconoscimenti e premi. Tra questi ricordiamo un primo posto in prima categoria al XIII concorso Bandistico Internazionale “Flicorno D’oro” di Riva del Garda (TN) il 19 aprile 2011 e un primo posto in categoria unica nel settembre 2007 al Primo Concorso Nazionale per orchestre di fiati “Terre di Siena” svoltosi a Chianciano Terme (SI).

Nelle serate successive della manifestazione si esibirà il Zemlinsky Quintet (sabato 19 settembre ore 19,00) formato da flauto (Nunziatina De Francesco), oboe (Angelo Palmieri), clarinetto (Lorenzo G. Lima), fagotto (Patrizia Pane), corno (Antonio Anfuso) sulle musiche di Rossini, Verdi, Gershwin, Morricone.

In seguito spetterà al chitarrista Giovanni Seneca (sabato 26 settembre ore 19,00) accompagnato dal Trio Eukelos che suonerà musiche dello stesso Seneca e anche di Piazzolla e Sollima.

Sabato 3 ottobre, a partire dalle ore 19,00, protagoniste saranno invece le musiche e le poesie tradizionali e contemporanee d’Ungheria grazie alla presenza della band ungherese Kaláka.

Giovedì 8 ottobre alle 21,00 toccherà al duo costituito da Giancarlo Mazzù alla chitarra e da Luciano Troja al pianoforte che promette di incantare il pubblico con una melodia jazz impregnata di musica popolare e di musica classica.

Sulle musiche di Vivaldi, Pepusch e Scarlatti si esibirà l’Ensemble Suono Antico (venerdì 16 ottobre ore 21,00), gruppo musicale costituitosi nel 2013 all’interno del Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio “V. Bellini” di Palermo.

Venerdì 23 ottobre alle ore 21,00 sarà la volta delle musiche tradizionali dell’Anatolia, dei Balcani e dell’Asia Minore che risuoneranno attraverso gli strumenti del Lautarèa Project di Sergio Pugnalin, ovvero il lauto, l’oud, il bouzouki e il mandolino.

Infine il Duo cLAVinet & Lorenco (venerdì 30 ottobre ore 21,00) formato da Ivana Marija Vidović (pianoforte), Fatos Qerimaj (clarinetto), Lorenc Radovani (violino) sulle musiche di Debussy, Tschaikovsky, Ramovš, Morricone, Qerimaj, Gershwin, Piazzolla.

Il costo del biglietto delle singole esibizioni è di cinque euro fino ad esaurimento posti.

Valentina Nicotra

Commenti