“Qualificare il cambiamento”. Presentato a Paternò progetto contro la dispersione

“Qualificare il cambiamento”. Presentato a Paternò progetto contro la dispersione

PATERNÒ – Coniugare sport, cultura ed educazione per combattere la dispersione scolastica e favorire l’inclusione sociale dei giovani. Questi gli obiettivi del progetto “Qualificare il cambiamento – dalla scuola al territorio”, che è stato presentato ufficialmente nel corso di una conferenza stampa, tenutasi a Paternò, nella cornice di Palazzo Alessi.

Quattro i partner dell’iniziativa: l’A.S.D. Paternò Baseball, capofila del progetto, presieduta da Giusy Orfanò, che da anni si occupa non solo di attività sportive e ricreative, ma anche di disagio giovanile, il Comune di Paternò, che offrirà le proprie strutture, l’Arci Ibla Major e l’istituto d’Istruzione superiore statale “Francesco Redi”. Il progetto, che ha come territorio di riferimento i distretti socio-sanitari n. 12 e 18 della Provincia di Catania, ha beneficiato del finanziamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Gioventù’ e del Servizio Civile, nell’ambito dell’Avviso Pubblico “Giovani per il Sociale” – Piano Azione Coesione.

L’iniziativa, che avrà una durata di 18 mesi e coinvolgerà giovani d’età compresa tra i 14 e i 20 anni, è stata sposata, come detto, dal Comune di Paternò, che ha messo a disposizione i locali di Casa Coniglio, il campo da baseball “Giovanni Verga” e all’occorrenza altri impianti sportivi municipali, per ospitare le attività previste dal progetto, fra le quali doposcuola, laboratori ludico-ricreativi, servizi di orientamento, che verranno coordinate da un’equipe pluridisciplinare composta da psicologi, assistenti sociali e coach.

Alla conferenza di presentazione del progetto erano presenti, fra gli altri, il sindaco di Paternò, Mauro Mangano, l’assessore alla Dignità della persona e all’Infanzia, Salvatore Galatà, il responsabile dell’ente capofila del progetto, l’A.S.D. Paternò Baseball, Michele Bonaccorso, la giornalista Francesca Putrino, in qualità di coordinatrice delle attività di comunicazione, i responsabili degli Uffici comunali ai Servizi sociali e alla Pubblica istruzione del Comune, Cettina Patronaggio e Orazio Palumbo.

«Questo progetto è un esempio virtuoso di come le risorse possono essere spese in maniera costruttiva, per incidere positivamente sul tessuto sociale – ha commentato il sindaco di Paternò, Mauro Mangano -. Siamo contenti di aver sposato l’iniziativa, mettendo a disposizione le strutture comunali per rispondere efficacemente ad un bisogno reale della nostra comunità».

da sx mangano, bonaccorso, putrino, galatà

«La dispersione scolastica è un problema delicato – ha sottolineato l’assessore Galatàche noi ci troviamo ad affrontare ogni giorno, con famiglie che non hanno le risorse per mandare i propri figli a scuola. Tuttavia il supporto economico non può essere sufficiente, ma occorre un lavoro di rete che unisca istituzioni, scuola e associazionismo, per questo, come Amministrazione, siamo pronti a dare il nostro supporto a progetti di questo tipo».

«Siamo orgogliosi di questa iniziativa, della partnership che si è venuta a creare e di come sarà realizzata – ha dichiarato il responsabile del progetto, Michele Bonaccorso -. Siamo sicuri che porterà molti benefici alla nostra collettività. Dall’analisi del territorio fatta è emerso un alto tasso di disoccupazione e un livello d’istruzione medio–basso, ma grazie ad una serie di interventi accompagneremo i giovani in un’ottica di legalità e di inclusione sociale negli ambienti cardini della società: la scuola, la famiglia e l’associazionismo locale».

Le attività previste dal progetto, tutte gratuite, sono già iniziate, con il coordinamento del project manager, Carmelo Bonaccorso, e dell’assistente sociale, Agata Lopes e a Paternò continueranno nei locali di Casa Coniglio (in via Pitrè n. 4), il lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 15.30 alle 18.30 e presso il campo da baseball “G. Verga” il martedì e giovedì, dalle 19.00 alle 21.00.

Sarà possibile iscriversi compilando l’apposito modulo, a disposizione degli interessati presso “Casa Coniglio” o al campo da baseball. Qualsiasi informazione sarà reperibile sul sito www.spaziogiovanicasaconiglio.it o la pagina Facebook “Spazio Giovani Casa Coniglio”.

Commenti