Al “Karol Wojtyla” di Catania big match nazionale di cucina

Al “Karol Wojtyla” di Catania big match nazionale di cucina

CATANIA – Con grande successo, all’Istituto Alberghiero di Catania di via Raccuglia si sono svolte le gare di selezione interna nel settore cucina, ricevimento e sala-bar per partecipare alla gara nazionale I.P.S.S.A.R. 2015.

Hanno partecipato alla gara gli alunni di 4° anno, che si sono particolarmente distinti nei settori di appartenenza con una valutazione non inferiore a 93/100. L’evento è stato organizzato e curato in modo eccellente dal prof. Agati Giuseppe insieme ai docenti Mannino Vincenzo (cucina), Galati Pizzolante Alfio (cucina), Sapienza Giovanni (sala), Caltabiano Antonio (ricevimento). Hanno collaborato gli Assistenti tecnici: Amantia Domenica Irene, Bannò Paola, Campo Carmelo, Venturoli Daniele e il collaboratore scolastico Zurria Giuseppe.

La giuria è stata composta per settore da un docente tecnico pratico dell’Istituto, dall’esperto esterno prof. Gullino Antonio, vicario Ipsseoa “Falcone” Giarre, presidente Daniela Di Piazza dirigente “Karol Wojtyla”.

Componenti: per la sala Gullino Antonio, Perricelli Sergio e Sapienza Giovanni docenti Sala Bar; Cucina: Scuderi Angelo (Chef F.I.C.), Torrisi Orazio e Galati Alfio docenti cucina; Ricevimento: Varveri Daniele (capo ricevimento), Caltabiano Antonio e Bucceri Carmelo docenti ricevimento.

Tutti i concorrenti hanno ricevuto un attestato di partecipazione e ai primi tre classificati per ogni settore, un attestato di merito e al primo classificato per ogni ambito avrà diritto a partecipare alla Gara Nazionale Ipssar 2015 che si svolgerà a Vittorio Veneto (Treviso) alla fine di aprile 2015.

Modalità di prova: settore cucina una prova progettuale di un servizio per una particolare occasione: prelevare le derrate necessarie, organizzare il lavoro di cucina, predisporre il giusto servizio, effettuare il calcolo nutrizionale di un piatto, fare il calcolo del costo del piatto. Durante la prova pratica, indossando la divisa completa, hanno realizzato un secondo piatto classico, tradizionale o di cucina creativa, partendo da un paniere di ingredienti uguale per tutti: sella di coniglio, filetto di maiale, spigola, petto d’anatra; hanno preparato un piatto da presentare e n. 6 assaggi per la giuria, illustrando gli aspetti merceologici.

Tempo a disposizione 3 ore per ogni prova. Per il settore sala – bar, la gara si è svolta in 3 prove: prova progettuale concernente un servizio per un’occasione particolare. (h. 3). Dato il menù i candidati hanno predisposto il servizio idoneo, formulato l’abbinamento dei vini ai pasti, il servizio degli aperitivi e dei digestivi; inoltre tradotto un dialogo con un cliente nella lingua straniera prescelta.

Mentre la prova pratica di sala (tempo h. 0,40) si è strutturata nella realizzazione della mise en place di un coperto su un menù proposto dalla Giuria, spiegandone gli aspetti tecnici; anche nella degustazione di un vino tra quelli compresi nell’elenco allegato al bando. Per la prova pratica di bar hanno realizzato un cocktail internazionale.

I candidati hanno preparato due porzioni (una per la Giuria e una per la presentazione) illustrandone aspetti storici e merceologici. Settore ricevimento: Prova progettuale (h. 4) determinante il profilo professionale e le competenze richieste nell’esercizio delle funzioni. I candidati hanno elaborato al computer un itinerario turistico analitico della città di Catania; redatto due lettere al computer: la prima riguardante una richiesta di informazioni; la seconda di risposta nella lingua straniera prescelta.

Prova pratica (20 minuti) di contatto con clienti al front desk che ha convalidato la professionalità e la capacità comunicativa dei candidati anche nella lingua straniera prescelta: fornire al cliente informazioni di carattere generale ma funzionali alla propria attività, o nella risoluzione di reclami standard. Ricette deliziose e complimenti per insiemi veramente raffinati con ricette vagabonde per emozionarci e che vanno oltre i confini che ci hanno fatto viaggiare fra la tradizione e la modernità.

Gli alunni partecipanti e premiati per la cucina: Viola Cettina 1° (filetto in crosta di patate allo zafferano e purea di zucchine al curry), Privitera Giuseppe 2° (anatra speziata in agrodolce), Caruso Andrea 3° (filetto di branzino con cipolle, arance caramellate e pancetta croccante), Alessi Gabriele (filetto di maiale ripieno di carne di maiale con salsa al vino e purea di patate), Privitera Alessio (filetto di maiale alla menta), Grasso Andrea (medaglioni di coniglio con verdure in agrodolce con salsa taj).

Sala bar: Desirée Rizzo 1°, Marco Panebianco 2°, Ilenia Amadio 3°, Desiderio Biondi, Daniele Vinci, Dominique Di Prima, Valentina Zizzo, Ramona La Ferrera, Cristal La Rosa, Dario Accardo. Ricevimento: Ybanez Patrice 1°, Giustolisi Federica 2°, Ferrigno Jessica 3°, Pellegrino Valeria, Principato Valeria, Tornabene Matteo, Pafumi Jury.

Una giornata ricca di novità che si è conclusa festosamente tra sapori, odori e itinerari turistici e culturali e il dirigente scolastico ha sottolineato l’importanza della formazione e con gioia ha constatato come tutti gli allievi sono stati bravi e si sono impegnati; nell’occasione ha annunciato un’altra gara nazionale importante che si svolgerà all’Istituto e ospiterà altri Alberghieri per momenti di sinergia e dialogo e arricchire le competenze e la professionalità nel settore.

Lella Battiato

6.Selezione gara nazionale 5. Selezione gara nazionale 4.Selezione gara nazionale  1.Selezione gara nazionale

     

Commenti