Stenosi aortica, cosa è e come si manifesta

Stenosi aortica, cosa è e come si manifesta

Corrado-Tamburino

La stenosi aortica è una patologia caratterizzata dal restringimento della valvola aortica ed è la forma di valvulopatia più diffusa: è presente infatti nel 2-7% degli adulti sopra i 65 anni. Il restringimento della valvola determina un ostacolo al flusso sanguigno, per cui il ventricolo sinistro è costretto ad aumentare la propria pressione di spinta portando col tempo all’ipertrofia (ispessimento) delle pareti del cuore.

L’eziologia prevalente è la degenerazione calcifica senile, seguita dalle malformazioni congenite e dalla forma reumatica, ormai sempre più rara.

La malattia generalmente presenta un periodo di latenza più o meno lungo, che varia da soggetto a soggetto, in cui i pazienti rimangono asintomatici. Si manifesta con facile affaticabilità, dispnea da sforzo, angina e/o episodi sincopali, che spesso peggiorano rapidamente fino allo scompenso cardiaco. La morte cardiaca improvvisa è una delle cause più frequenti di mortalità nei pazienti sintomatici. Dal momento in cui insorgono i sintomi la prognosi è infausta, con tassi di sopravvivenza pari a solo il 15-50% a 5 anni.

La diagnosi si basa sul reperto auscultatorio del tipico soffio sistolico irradiato alle carotidi. La metodica diagnostica di riferimento è l’ecocardiogramma, che consente di confermare la presenza della stenosi e di definirne la gravità, di valutare la funzionalità del ventricolo sinistro e l’eventuale coesistenza di altre patologie valvolari o a carico dell’aorta.

Con la collaborazione della dott.ssa Giordana Finocchiaro

Commenti