Infertilità maschile? Potresti essere affetto da sindrome metabolica…

Infertilità maschile? Potresti essere affetto da sindrome metabolica…

La sindrome metabolica rappresenta una condizione clinica in cui intervengono 5 fattori di rischio, quali insulino-resistenza (patologia associata ad alterazioni del metabolismo glucidico), ipertensione arteriosa, ipertrigliceridemia, livelli di colesterolo HDL bassi, obesità addominale.

Per considerarsi un soggetto a rischio di sindrome metabolica basta presentare 3 di queste condizioni. Purtroppo negli ultimi anni, sono sempre più numerosi gli studi che confermano correlazioni tra obesità, sindrome metabolica e infertilità maschile. Probabilmente la causa è dovuta ad uno squilibrio neuro-endocrino, che porta a riduzione della produzione di androgeni, o ad un difetto nella produzione e successiva maturazione degli spermatozoi.

È stato visto che l’ipercolesterolemia riduce il volume del liquido seminale e la motilità degli spermatozoi nei conigli e che lo stato di perossidazione dei lipidi di membrana compromette la motilità spermatica e i meccanismi di interazione spermatozoo-ovocita provocando pertanto difficoltà nella fecondazione. Infatti l’obesità può essere causa di lipomatosi scrotale, che conduce ad una distribuzione anormale del grasso addominale, sovrapubico, nei testicoli causando un aumento della temperatura in tale zona.

Nello specifico l’incremento della temperatura nella zona scrotale agisce negativamente sull’attività di enzimi presenti sulla catena respiratoria, che riveste un importante ruolo per la funzionalità spermatica.

In conclusione si potrebbero avere una riduzione della qualità del liquido seminale con diminuzione della concentrazione e della motilità, e alterazioni morfologiche degli spermatozoi. Uno stile di vita e alimentare sano ed equilibrato, e l’attività fisica diventano la base di partenza per non incorrere in determinate patologie ed evitare conseguenze spiacevoli…!

Anna Roccaro

Commenti